Il ritorno al futuro non sarà così semplice…

Perché metti mai che in questa parentesi di sospensione, forse, finisce che ci siamo trovati anche bene

Guardali lì, come corrono felici

Sfrecciano – i motorini delle consegne a domicilio – in tutte le direzioni. Padroni della strada, che si contendono con i furgoni dei corrieri, sciamano garruli in ogni dove.

Chi spiegherà loro che, da un momento all’altro, i sensi unici ricominceranno ad esserlo davvero? Sarà il Premier in persona, con apposito DPCM, a dichiarare che il codice della strada tornerà a sostituire la legge del west? 

Guardali lì, come poltriscono felici

L’inquilino del quarto piano e la ragazza del quinto hanno deciso di passare la quarantena insieme. Cucinano a turno, prendono il sole in terrazzo, sembrano una coppia affiatata e longeva.

Chi spiegherà loro – e soprattutto a lei – che tra poco la fidanzata del tipo potrà attraversare la città e affacciarsi legittimamente a casa di lui? Sarà come in Mediterraneo: il militare italiano se ne va, il greco torna e si ritrova la moglie incinta. Uno dei due (onestamente non ricordo chi) tiene l’asino; ma – a quanto si percepisce da qui – almeno non ci sono equini o bambini da spartirsi, al momento.

Guardaci lì, come eravamo belli

Ad assaltare l’autobus in arrivo, fregandocene di far scendere chi di dovere, prima di salire noi. Ad ogni porta e ad ogni finestrino – senza macchina e senza paura – mentre il conducente gridava «Signo’, e va’ avanti, che tra il gomito di quel vecchio e il ginocchio del pischello c’è posto!»

Chi ci insegnerà l’antica arte britannica di fare la fila alla fermata? Chi ci preparerà per i test d’ingresso per accedere alle vetture a numero chiuso?

Insomma, il ritorno al futuro non sarà mica così semplice

E non solo perché la normalità del passato non sarà quella di domani, ma anche perché molti di noi in questa parentesi di sospensione si sono trovati proprio bene.

Pratica, semplificata, ergonomica e senza impegno:

– “Non ti ho mai dimenticata, da quando mi hai lasciato 8 anni fa.  Vediamoci!” Non si può: c’è la quarantena.

– “Ohhh, quanto è cresciuto suo figlio, signora! Vieni qui, piccolo, dammi un bacio!”  Non accade più: siamo in quarantena.

“Alle 10 ci vediamo nella stanza del personale per festeggiare la figlia della cognata dell’ex marito della nuova collega, che si è laureata”  Niente da fare: è la quarantena, baby.

L’isolamento è pure utile

Insomma, una volta che ci fai l’occhio e ci prendi la mano, l’isolamento è pure utile. Certo, ha un costo in termini di libertà. Ma siamo certi che la nostra quotidianità di prima ne fosse così piena?

Siamo i più fichi di tutti perché abbiamo imparato la Resilienza o avevamo un tremendo bisogno di pausa dalla nostra vita?

Non posso dire che questi due mesi di isolamento siano stati il momento di più ampia autodeterminazione della mia esistenza.

Però ho una certezza: oggi so chi, cosa mi sia mancato e perché.
So chi e cosa non mi sia mancato, al di là del perché.
So ciò a cui vorrei tornare e ciò che vorrei poter archiviare.

Se è vero che molti si accorgono di ciò che hanno quando lo perdono, a me è successo il contrario.
Ho scoperto di poter viaggiare più leggera.
Ho scoperto il fascino dei no.
Che – domani – renderanno più belli e preziosi i pochi sì.

Valeria Biotti

Valeria Biotti

Giornalista, autrice satirica, speaker radiofonica, vignettista, scrittrice, cantante. Ha al suo attivo collaborazioni con parecchie testate, tra cui Il Fatto Quotidiano e Pubblico. Attualmente scrive sul Corriere dello Sport e trasmette ON AIR sui 104.200 FM di Retesport.

Potrebbe interessarti anche

Valeria Biotti

Valeria Biotti

Giornalista, autrice satirica, speaker radiofonica, vignettista, scrittrice, cantante. Ha al suo attivo collaborazioni con parecchie testate, tra cui Il Fatto Quotidiano e Pubblico. Attualmente scrive sul Corriere dello Sport e trasmette ON AIR sui 104.200 FM di Retesport.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy