Il suono della natura ti cura (Audio)

Una meta analisi rivela fino a che punto la natura ci può aiutare

Sapevamo già che il contatto con la natura migliora la salute in modo incontrovertibile. Adesso una vasta meta analisi di tutti i principali studi fatti a riguardo ha esaminato l’impatto dei suoni della natura sui biomarcatori delle persone, esaminando dozzine di diversi articoli scientifici sull’argomento.

Insonnia e malattie

Rachel Buxton, esperta di conservazione alla Carleton University di Ottawa, nell’introduzione alla sua meta-analisi, fa riferimento a uno studio che ha misurato come vari fattori come la perdita di sonno e le malattie abbiano rubato “anni di vita sana” alle persone. In media, ha scoperto, si perdono 650.000 anni di vita sana solo per colpa dell’inquinamento acustico: 1000% in più rispetto alle malattie cardiovascolari, che sono, nel mondo industrializzato, la principale causa di morte.

Guarigione uditiva

I suoni causano reazioni in ogni vertebrato conosciuto e la maggior parte della vita animale e persino vegetale si è evoluta per percepire il suono come un modo importante per navigare nell’ambiente, trovare cibo e compagni, ed evitare il pericolo. Pertanto, l’oscuramento dei suoni da parte dell’inquinamento acustico può causare molti effetti neurologici dannosi, come un aumento della secrezione di cortisolo – l’ormone dello stress – che può portare a esiti negativi sulla salute.

Perché il suono cura?

Una teoria prevalente sul motivo per cui i paesaggi sonori naturali promuovono la guarigione è che di solito non richiedono attenzione diretta e possono consentire il tipo di “spegnimento” del focus uditivo, qualcosa che non può quasi mai essere fatto nella stimolazione costante di un ambiente urbano.

Nella sua meta-analisi, Buxton ha esaminato in tutto 36 studi, e tutti dicono la stessa cosa. I suoni naturali – uccelli, vento e acqua – producono una riduzione media del 28% della sensazione di fastidio o di malessere preesistente. Tra i tradizionali indicatori di salute, come la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e il dolore percepito, tutti sono stati fortemente ridotti (23%) dai suoni geofisici dell’acqua.

L’arte e i suoni naturali

Vi segnaliamo quindi il lavoro di un giovane compositore giapponese, Amaoto No Yurai, che crea musica con le gocce di pioggia. È bellissimo e in un certo senso, dopo aver ascoltato, si percepisce il mondo in modo diverso.

La scienza e i suoni naturali

Qui invece la “Musica delle ragnatele” creata da scienziati del MIT

LEGGI ANCHE:

Il potere distensivo della natura sulla mente

Vuoi stare meglio? Passa almeno due ore alla settimana in mezzo alla natura

Piantare alberi per la salute di tutti: persone e pianeta

Quanto della tua salute dipende da come fai lavorare il cervello?

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy