Il Teatro di Camelot: attori professionisti con disabilità

Quando la diversità è un valore aggiunto che attraverso l’arte dà linfa vitale allo spettacolo.

Elisa Caldironi e Alberto Canepa sono l’anima e il cuore del Teatro di Camelot, una compagnia teatrale di attori professioni, che occupa persone con disabilità.

Come tutti i grandi attori quando li incontri sembrano una coppia tranquilla, di mezza età, lui con tanti capelli candidi un po’ sparati in tutte le direzioni, lei parla con uno spiccato accento bolognese e voce calma e musicale. Poi li vedi in scena e cambia tutto, perdono una ventina d’anni a testa e con la loro compagnia ti fanno ridere tantissimo, pensare, emozionarti. E ti dimentichi che gli attori in scena sono ragazzi con la sindrome di Down e con altre disabilità anche gravi. Vedi solo attori straordinari.
È la magia del teatro, bellezza.

Il Teatro di Camelot é il frutto di un costante lavoro di ricerca e sperimentazione che non si limita a vane concettualizzazioni sull’arte e la disabilità ma che mette in pratica, proprio per il piacere di fare, l’arte teatrale con la disabilità a vantaggio di tutti.

Come scrivono sul loro sito: “Lavoriamo per trasmettere la nostra passione alla gente senza esclusioni o discriminazioni, per cercare di dare quell’occasione di evasione dalla routine di cui tutti abbiamo bisogno e che proprio l’ARTE deve riuscire a mettere in atto.
La nostra linea guida è l’idea che attraverso lo spazio creativo si possa dare risalto a ciò che spesso viene messo in disparte, nascosto perché considerato non adatto alla scena, mentre per noi proprio nello spazio creativo del teatro ognuno va bene così come è, unico e necessario con le sue differenze e le sue caratteristiche peculiari.
Anzi proprio la diversità è un valore aggiunto che attraverso l’arte può dare linfa vitale allo spettacolo.
Lo spettacolo ha molti linguaggi e ogni attore può essere portatore di un linguaggio specifico e speciale che arricchisce e mette in luce nuovi aspetti artistici scaturiti specificatamente dalla diversità di ciascun soggetto”.

Anzelon – l’eco di Mistero Buffo

Sabato 30 novembre la compagnia ha messo in scena No Drama. Circus! Uno spettacolo che segna l’inizio del progetto Anzelòn – l’eco di Mistero Buffo, che rientra fra le iniziative promosse dalla Compagnia Teatrale Fo Rame per il cinquantenario della prima rappresentazione di Mistero Buffo e che per un anno esplorerà la città di Bologna con gli occhi di tanti artisti, più o meno irregolari, attraverso spettacoli, concerti, workshop, mostre, laboratori e conferenze.

In un commento allo spettacolo lasciato nella pagina Facebook della compagnia, Michela Vitali scrive: “Stasera in scena circensi e attori in un’armonia di colori che sapientemente fonde risate, sarcasmo e quel giusto tocco d’amarezza partendo dall’apatia politica denunciata da Brecht, alla meravigliosa e non rispettata costituzione italiana. Per sfidare il sistema e andare oltre la percezione che ognuno di noi ha di ‘comune abilità’… Perché il mondo è di tutti e per ognuno di noi, per ognuno di noi, c’è un posto inviolabile”.

Allora, grazie a Elisa e Alberto e agli attori Loveth Airueghian, Rossella Belvedere, Mario Bombardini, Chiara Buganè, Marco Cellie, Ilaria Grillo, Guido Guidoni, Alberto Montanari, Giovanna Rosso e Maria Cristina Zanini.

Video di Mattia Mariuccini

Leggi anche:
Fare gli attori in teatro: intervista a Mario Pirovano
Il teatro e la lotta
Il Teatro Fa Bene presenta: Wiwanana!

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Potrebbe interessarti anche

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy