Il teatro fa bene, sempre

A Palermo una compagnia teatrale composta anche da migranti in attesa di asilo

Tutto è cominciato con qualche biglietto per uno spettacolo al teatro Stabile di Palermo che la compagnia Blitz ha regalato ai ragazzi del centro di accoglienza e alle scuole di italiano per stranieri in città.

Alla rappresentazione sono andati in pochissimi, comprensibile che fosse difficile seguire lo spettacolo per chi era appena arrivato in Italia o comunque aveva ancora molte difficoltà con la lingua.

Erano solo in 6 quella sera a teatro: Ibrahima Deme, Mbemba Camara, Moussa Sangaré, Souleymane Bah, Moussa Koulibaly e Bassi Dembele. E lo spettacolo è piaciuto loro un sacco, tanto che ne hanno visti altri e poi hanno pensato che quello poteva essere il loro mestiere.

I componenti della compagnia Blitz li hanno accolti ed è iniziata una collaborazione: Souleymane in Africa faceva il sarto e quindi poteva imparare velocemente a fare il costumista. Moussa faceva l’idraulico ed è diventato tecnico del suono. E così via.

Portatori sani di potenzialità

Generosi e bravi i ragazzi della compagnia teatrale? Certo ma non solo. Racconta Margherita Ortolani, una delle fondatrici di Blitz a Eugenia Nicolosi de Il Fatto: “Non abbiamo lavorato con questi ragazzi perché sono migranti ma perché sono portatori sani di potenzialità e di valori unici e imprescindibili. È questo il primo muro culturale da abbattere”.

Chiamatemi Mohamed Alì

Dopo due anni di duro lavoro, aggravato anche dalla condizione di vita dei ragazzi africani, la compagnia debutterà a fine ottobre a Palermo per poi continuare la tournée in tutta Italia con uno spettacolo dal titolo: “Chiamatemi Mohamed Alì” del drammaturgo congolese Dieudonné Niangoun con protagonista Ibrahima Deme.  

Leggi anche:
Il Teatro Fa Bene presenta: Wiwanana!
Il Teatro come strumento di informazione sanitaria (in Mozambico)
Medicina narrativa, a Genova i malati si curano anche con il teatro

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.