L’immunità da Covid dura otto mesi

E con il vaccino può protrarsi per decenni

L’immunità contro il COVID-19 dura almeno 8 mesi e il vaccino la potrebbe allungare di molti anni, addirittura decenni.

Dopo avere analizzato in laboratorio campioni di sangue di pazienti contagiati dal Coronavirus dal quarto giorno dalla comparsa dei sintomi fino al 242esimo, un team di ricerca australiano guidato da scienziati dell’Università Monash ha dimostrato che l’immunità contro il COVID-19 dura almeno per otto mesi. In tutto sono stati prelevati 36 campioni di sangue da 25 pazienti, dei quali sono stati analizzati, oltre agli anticorpi, anche i linfociti T e le “cellule della memoria B” responsabili di fornire all’organismo umano una risposta immunitaria rispetto ad antigeni “già incontrati” in passato.

Un lavoro di ricerca importante che ha coinvolto più figure: dai colleghi dell’istituto Allergy, Asthma and Clinical Immunology – Alfred Health, del Viral Entry and Vaccines Group dell’istituto Burnet agli specialisti del Peter Doherty Institute for Infection and Immunity dell’Università di Melbourne, un’autorità indiscussa. Gli scienziati, coordinati dal professor Menno C. van Zelm, docente presso il Dipartimento di Immunologia e Patologia dell’ateneo australiano, il quale ha dichiarato in questo comunicato stampa ufficiale:

“Questi risultati sono importanti perché mostrano, in modo definitivo, che i pazienti infettati dal virus COVID-19 mantengono in realtà l’immunità contro il virus e la malattia”.

E il vaccino? quanto dura?

Stando a un recente studio condotto da scienziati del La Jolla Institute for Immunology, l’immunità da vaccino potrebbe durare per anni, se non addirittura decenni. E a dirlo è una ricerca pubblicata sull’autorevole rivista scientifica Science Immunology e sottoposta a peer review dal titolo “Rapid generation of durable B cell memory to SARS-CoV-2 spike and nucleocapsid proteins in COVID-19 and convalescence”. Dati confrontati, passati in esami dalla comunità scientifica e pubblicati da scienziati, non da case farmaceutiche. Dati, almeno questi, a prova di negazionisti. Forse.

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet, riviste e altri quotidiani online. Collabora con la Radio Televisione Svizzera.

Potrebbe interessarti anche

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet, riviste e altri quotidiani online. Collabora con la Radio Televisione Svizzera.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy