Corea Sud età

In Corea del Sud usano un metodo assurdo per calcolare l’età delle persone

In Parlamento una legge per far ringiovanire la popolazione

Finalmente sembra che il Parlamento discuterà una legge per semplificarlo (e far ringiovanire un bel pezzo della popolazione)

Il Parlamento della Corea del Sud potrebbe occuparsi presto di una proposta di legge che prevede l’abolizione del “metodo coreano” per calcolare l’età delle persone, un metodo diverso dal nostro e che in realtà non è uno solo. In caso di approvazione, la legge ringiovanirebbe di un anno buona parte della popolazione sudcoreana.

La necessità della legge nasce dal fatto che in Corea del Sud non esiste un solo modo per calcolare l’età delle persone. Per cominciare, ha raccontato l’Economist, la maggior parte dei coreani considera i bambini vecchi di un anno dal momento in cui nascono. Il secondo anno di età, inoltre, lo festeggiano l’1 gennaio dell’anno successivo, indipendentemente da quando siano nati. Soltanto questo già fa sì che un bambino possa compiere due anni pur essendo nato poche settimane prima; e fa sì che due bambini nati a 364 giorni di distanza durante lo stesso anno abbiano la stessa età. Per quanto riguarda invece l’età minima per la vendita di alcol e il momento in cui scatta il servizio militare, il calcolo è ancora diverso: l’anno di nascita viene sottratto all’anno corrente.

Continua a leggere su ILPOST.IT

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!