La borsa fotovoltaica

Senza sprecare energia, una bag che risolve il problema delle ricerche al buio!

Alzi la mano quella donna che non ha mai avuto difficoltà quando al buio deve cercare le chiavi di casa dentro la borsa.

Se siete di quelle signore organizzate e precise che mettono chiavi, cellulare, fazzolettini, portafoglio, portadocumenti, rossetto, sigarette e accendino, caramelle, spiccioli, medicine, libro, agenda… insomma tutto in un posto ben preciso allora questo articolo non fa per voi.

Se non siete un cyborg ma cacciate tutto dentro la borsa più o meno a casaccio, ecco che la ricerca di quello che ci serve in quel momento, specie di sera, diventa un’avventura che sfiancherebbe anche Indiana Jones.

Da oggi il problema è risolto! E anche in modo ecologico, perché no. All’ultima edizione del Maker Faire di Roma l’Istituto di Istruzione Superiore “U. Pomilio” di Chieti, e più precisamente gli studenti del corso Moda e del corso Elettrico/elettronico, presentavano una wearable technology veramente rivoluzionaria: la Sun in The Bag.

In pratica, come potete vedere dalle foto, si tratta di una borsa capace di illuminarsi all’apertura grazie all’energia sviluppata da un micro pannello solare posto all’esterno.

Ed è pure bella ed elegante, oltre che pratica e ampia abbastanza da contenere tutto quello che serve. L’interdisciplinarietà tra tecnici e stilisti ha creato un accessorio che speriamo di vedere presto nelle migliori boutique.

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

commenta

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.