La Tanzania rifiuta il vaccino e usa erbe “miracolose” contro il Covid-19

La Tanzania rifiuta il vaccino e usa erbe “miracolose” contro il Covid-19

Nessuna campagna vaccinale è stata programmata

Le autorità della Tanzania hanno dichiarato che non intendono utilizzare alcun vaccino per combattere il Covid-19.

Al contrario, verranno distribuite agli abitanti delle erbe miracolose, un intruglio a base di zenzero, cipolle, limone e pepe per proteggere la popolazione contro la malattia.

La Tanzania negazionista non crede che i vaccini anti-covid siano efficaci: si sta diffondendo, invece, la convinzione che la propagandata erba del Madagascar Covid sia molto più funzionale nella lotta al Covid rispetto alle tradizionali cure.

Il presidente del Madagascar Andry Rajoelina è il promotore capo della sostanza, commercializzata come Covid-Organics e venduta sotto forma di infuso di erbe.

La propaganda negazionista

Il governo della Tanzania non ha diffuso alcun numero sui casi positivi nel Paese.

Il presidente John Pombe Magufuli aveva dichiarato che questo stato dell’Africa orientale fosse libero dal Covid e non ha imposto alcun coprifuoco o lockdown per prevenire la diffusione del Coronavirus.

In effetti, l’autoritario presidente ha interrotto il conteggio dei casi a maggio e un mese dopo ha dichiarato la Tanzania Covid-free, dichiarando che con tre giorni di digiuno e preghiere (oltre al passato alle erbe e alle inalazioni di vapore) la nazione aveva eliminato quel «virus demoniaco».

Il governo locale, quindi, ha diffuso una vera e propria propaganda negazionista, mettendo in discussione l’uso delle mascherine come strumento di prevenzione e la funzionalità dei tamponi, deridendo addirittura i vicini Paesi che hanno imposto delle misure precauzionali per arginare la diffusione del virus.

In realtà, nonostante i tentativi di manipolazione della popolazione, si teme che la diffusione e le vittime del virus stiano crescendo, a causa di un aumento di funerali nelle aree urbane.

Così la chiesa cattolica del Paese ha preso una posizione netta e sfidato il governo. «Il Covid non è finito, il Covid è ancora qui. Dobbiamo proteggerci, lavarci le mani con il sapone e tornare a indossare le mascherine» ha esortato il vescovo di Dar es Salaam, Yuda Thadei Ruwaichi.

Gli infusi miracolosi a base di zenzero non sono stati poi così efficaci.

Leggi anche:
Covid-19, primo rapporto AIFA sulla sicurezza dei vaccini

Il vaccino di AstraZeneca arriva in anticipo. Ma è inefficace sulla variante sudafricana

Negazionisti ‘col sistema sanitario degli altri’: chi sono?

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Potrebbe interessarti anche

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy