Città come "Isole di calore". Allarme clima per troppo asfalto e pochi alberi

Le città ‘isole di calore’, troppo asfalto e pochi alberi

Linee di indirizzo Ministero, un’area verde raffredda 1,5 gradi

Pochi alberi, molto asfalto e smog: nelle aree urbane l’emergenza caldo si somma all’inquinamento, rendendo le città vere e proprie “isole di calore“. A puntare l’attenzione sul problema è il Ministero della Salute, che ha pubblicato il nuovo Piano Nazionale di Prevenzione degli effetti del caldo sulla salute, la cui principale novità consiste in una sezione specifica sugli effetti dell’inquinamento.

Nel Sud Europa, spiegano le nuove Linee di Indirizzo per la Prevenzione, “i cambiamenti climatici stanno causando un aumento degli eventi meteorologici estremi come ondate di calore, piogge intense e allagamenti costieri, una diffusione di nuove specie di vettori di malattia“, oltre a peggior qualità dell’aria e incendi. In particolare, nel contesto internazionale, il nostro Paese “registra gli effetti più elevati del caldo sulla mortalità giornaliera”. Tutto questo si aggrava in città, complice l’asfalto, lo smog, i condizionatori giorno e notte, ma anche la scarsa presenza di alberi. 

Continua a leggere su ANSA.IT

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!