Le stufe a legna triplicano l’inquinamento indoor: lo studio

Le stufe a legna triplicano l’inquinamento indoor: lo studio

Gli scienziati hanno trovato minuscole particelle nocive per la salute nelle stanze dotate di stufe a legna

Le stufe a legna triplicano il livello di particelle inquinanti nocive all’interno delle case.

La conferma arriva da un gruppo di scenziati che hanno condotto una ricerca in 19 case a Sheffield, Uk, nel corso di un mese all’inizio del 2020.

Lo studio

Le minuscole particelle si riversano nella stanza quando le porte delle stufe vengono aperte per il rifornimento. Inoltre, le persone che caricano la legna due o più volte in una sera sono esposte a picchi di inquinamento da due a quattro volte superiori rispetto a coloro che fanno rifornimento una volta sola o per niente.

Le particelle possono passare attraverso i polmoni e nel corpo e sono state collegate a una vasta gamma di danni alla salute, in particolare nei giovani e negli anziani.

I nostri risultati sono motivo di preoccupazione“, ha dichiarato Rohit Chakraborty, dell’Università di Sheffield, che ha guidato lo studio. “Si raccomanda alle persone che convivono con persone particolarmente sensibili all’inquinamento atmosferico, come bambini, anziani o persone vulnerabili, di evitare di utilizzare stufe a legna. Se le persone vogliono usarle, consigliamo di ridurre al minimo il tempo di apertura della stufa durante l’accensione o il rifornimento.”

I risultati

I risultati dello studio hanno mostrato che le stufe a legna erano solitamente accese per circa quattro ore alla volta e durante questo periodo il livello di particelle nocive nelle case era tre volte superiore rispetto a quando le stufe non venivano utilizzate.

Durante quelle quattro ore, i livelli medi di particelle sono aumentati tra 27 e 195 microgrammi per metro cubo d’aria. Il limite dell’Organizzazione Mondiale della Sanità è di 25μg / m3 su 24 ore.

Non c’è motivo di credere che il particolato delle stufe a legna sia meno tossico di quello proveniente da altre fonti, come la combustione di combustibili fossili“, ha affermato il prof Jonathan Grigg, della Queen Mary University di Londra.

Come fare, quindi, per migliorare la qualità della vita anche all’interno delle nostre case?

Abbracciando scelte sostenibili nel rispetto della nostra salute e di quella del pianeta.

Leggi anche:
Inquinamento indoor e pittura assorbente: Airlite la vernice che purifica l’aria
Covid-19, Cnr: “Pulire il condizionatore? Basta acqua e sapone”
Purificatori d’aria indoor. “Acquistarli è inutile. Se non dannoso”

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Potrebbe interessarti anche

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy