Leghisti contro il razzismo

E intanto la Svizzera rende illegale l’omofobia

Il buonsenso non ha colore politico: a Ferrara una signora va dal parrucchiere, al momento di farsi lavare i capelli si rifiuta di farsi toccare da una ragazza ghanese che si chiama Sandra. Qualche giorno dopo il sindaco leghista Alan Fabbri va nello stesso negozio e si fa fare uno shampoo dalla stessa ragazza. Un bel gesto di solidarietà che ha spiegato in un post su Facebook:

 “Care amiche e amici, vi ricordate la notizia apparsa sulla stampa nazionale e locale della signora che non voleva farsi lavare i capelli da una parrucchiera di colore qui a Ferrara? Oggi ho scelto volontariamente di esprimere a Sandra tutta la mia solidarietà a nome della città in questo modo. Penso che abbia più efficacia di qualsiasi altro comunicato“. 

La moda italiana

Negli stessi giorni appare sulla copertina di Vogue Italia la modella di Maty Fall Diba, 18 anni, nata in Senegal e cresciuta in Italia. Paolo Roversi l’ha fotografata mentre tiene tra le braccia la scritta Italia.

La cosa ha fatto infuriare Daniele Beschin, consigliere leghista di Arzignano, in provincia di Vicenza, che dopo aver letto che il sindaco di Chiampo si era detto orgoglioso dei successi come modella della propria concittadina ha dichiarato «Per me una chiampese doc è una ragazza solare, bianca».

A questo punto è intervenuto il sottosegretario al ministero dell’Interno, Achille Variati: «Non può esserci spazio per il razzismo nelle istituzioni della Repubblica italiana».

La reazione del gruppo consigliare di Arzignano è stata immediata: Beschin è stato espulso e la Lega stessa ha preso le distanze ufficialmente attraverso un comunicato della segreteria provinciale.

Da Ferrara a Vicenza il passo è breve, ancor più breve tra Vicenza e Padova, dichiarata Capitale Europea del Volontariato 2020 che prevede eventi, tavoli di lavoro, “Una rete solidale e integrata tra cittadini, associazioni, enti e istituzioni di un territorio in un’ottica di azione comune per la prevenzione del disagio chiamata ‘Lavoro di comunità’ come si legge sul sito ufficiale che comprende anche “Sostegni economici per la realizzazione di iniziative a favore della collettività e l’assegnazione di spazi e strutture per manifestazioni e il supporto nell’organizzazione di eventi”.

Padova inoltre gestisce 50 posti in accoglienza per i rifugiati, realizzando per ciascun accolto, in collaborazione con diverse associazioni, percorsi individuali di inserimento socio-economico con azioni di informazione, alfabetizzazione, accompagnamento. I richiedenti asilo impegnati in attività di volontariato ad oggi sono 41.
In una Regione governata dalla Lega un veneto su cinque pratica volontariato in prima persona.

Andiamo in Svizzera

Proseguiamo il nostro viaggio virtuale verso nord e arriviamo in Svizzera dopo che la popolazione della Confederazione elvetica ha votato, con il 63% a favore, per modificare la legge sulla discriminazione in modo da renderla applicabile anche all’orientamento e all’identità sessuale.

In pratica l’omofobia è stata equiparata come reato al razzismo. In questo modo la comunità Lgbt otterrà una maggior protezione nei confronti di chi insulterà, attaccherà o escluderà pubblicamente le persone per il loro orientamento sessuale.

«Oggi non sono solo i diritti di lesbiche, omosessuali e bisessuali ad essere rafforzati, ma quelli di tutte le minoranze», ha esultato la co-presidente dell’Organizzazione svizzera delle lesbiche, Salome Zimmermann, citata dall’agenzia di stampa svizzera Keystone-Ats.

Non tutte buone notizie

E poi a Torino sulla porta di casa di Marcello Segre è comparsa la scritta Jude – ebreo in tedesco – con una stella di David. Segre è molto conosciuto nel mondo del volontariato subalpino, presidente dell’Associazione italiana cure e rianimazione Lorenzo Greco onlus.

E va beh… la strada è ancora lunga ma siamo in cammino.

Leggi anche:
Useresti l’immagine di una scimmia per combattere il razzismo?
In Italia avremo sempre il razzismo negli stadi
Razzismo, xenofobia, odio, ostilità… qual è la situazione in Italia oggi?

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Potrebbe interessarti anche

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy