L’energia elettrica si può riciclare

Celle fotovoltaiche per catturare e riciclare la luce di casa

Pubblicato su Nature uno studio che presenta una nuova tecnologia con cui si possono realizzare celle fotovoltaiche ottimizzate per l’utilizzo in casa, che possono riciclare la luce domestica per alimentare un piccolo dispositivo e dei sensori. L’energia prodotta è ovviamente minima (al momento i raggi di sole diretti alla finestra sono oltre 10 volte più intensi!) ma la tecnologia è interessante.
Si tratta di celle particolari dette di Grätzel, o “dye-sensitized solar cell” (celle solari a colorante sensibilizzato), in cui l’elettricità viene prodotta dall’azione della luce su diversi tipi di sostanze coloranti. Il vantaggio: una maggiore facilità di produzione e la possibilità di utilizzare diversi mix di coloranti per modificare la lunghezza d’onda della luce a cui è sensibile il dispositivo.
Lo studio è nato dalla collaborazione internazionale tra ricercatori svedesi, cinesi e svizzeri.
Fonte: https://www.nature.com/articles/nphoton.2017.60.epdf

Commenta con Facebook
Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

commenta

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.