Leonardo DiCaprio in prima linea per proteggere i gorilla di montagna

Leonardo DiCaprio in prima linea per proteggere i gorilla di montagna

L’attore ha stanziato un fondo per la tutela del Parco nazionale di Virunga in Africa

Il Parco nazionale di Virunga, situato nella Repubblica Democratica del Congo e dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco, è una famosa attrazione turistica che ospita il gorilla di montagna, una specie a rischio estinzione. Ma non solo: il parco è una delle aree più ricche di biodiversità al mondo ed ospita diverse centinaia di specie di uccelli, rettili e mammiferi.

Questa riserva naturale, però, è in grande pericolo, in quanto è minacciata sia dalla diffusione del coronavirus che potrebbe colpire i gorilla di montagna (che condividono il 98% del loro DNA con gli esseri umani) ma anche dal bracconaggio e dai gruppi terroristi locali.

Per questo motivo Leonardo DiCaprio, da sempre impegnato nella protezione di flora e fauna, ha stanziato un fondo di circa 2 milioni di dollari per la salvaguardia del Parco. Il fondo è stato istituito dall’organizzazione ambientalista Earth Alliance, di cui l’attore è co-fondatore, insieme all’Emerson collective, alla Global wildlife conservation e all’Unione europea. Tuttavia, ognuno di noi può dare il proprio contributo.

Perché la situazione è preoccupante?

La situazione Nel Parco nazionale di Virunga è alquanto preoccupante, in quanto si stanno affrontando una “serie di minacce senza precedenti“.

Come si legge sulla pagina Instagram di DiCaprio, “Tre settimane fa, dodici guardie forestali e il loro autista hanno tragicamente perso la vita proteggendo i civili da un attacco armato di un gruppo di miliziani. Il futuro di Virunga è in bilico poiché affronta gli impatti di Ebola e COVID-19, e ora questo recente attacco”.

Oltre al recente attacco ai ranger, quindi, l’epidemia di coronavirus ha costretto il parco a chiudere le porte ai turisti fino al primo giugno, con una conseguente significativa perdita di entrate.

Leonardo DiCaprio, quindi, fa un appello all’unione e alla collaborazione collettiva, al fine di “proteggere la popolazione di gorilla di montagna in via di estinzione, per fornire supporto ai ranger e alle loro famiglie e per dare un contributo nella prevenzione delle malattie”.

Mai come in questo momento di crisi globale c’è bisogno dello sforzo di tutti per proteggere e aiutare chi è in maggiore difficoltà.

Leggi anche:
Le balene libere grazie a Di Caprio e Pamela Anderson
Piante e habitat in pericolo di estinzione (Infografica)
Il Mondo che verrà: l’ambiente al centro del post-coronavirus

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Potrebbe interessarti anche

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy