LifeGate Plasticless, ecco dove sono tutti i Seabin d’Italia

Gli ultimi tre offerti da Nivea, ma sono tantissime le aziende impegnate

Seabin è un cestino acquatico, capace di raccogliere i rifiuti che galleggiano in acqua. Ne trattiene circa 1,5 kg al giorno, ovvero oltre 500 Kg di rifiuti all’anno (a seconda del meteo e dei volumi dei detriti), comprese le microplastiche da 5 a 2 mm di diametro e le microfibre da 0,3 mm. Seabin può catturare molti rifiuti comuni che finiscono nei mari come i mozziconi di sigaretta.

A quanti Seabin stiamo?

La loro diffusione nel Mar Mediterraneo procede spedita grazie al progetto LifeGate PlasticLess, attivato nelle aree portuali di Santa Margherita Ligure (GE), nell’Area Marina Protetta di Portofino (GE), nel Porto delle Grazie Roccella Ionica (RC), nel Venezia Certosa Marina (VE) e nel Marina Genova, il polo turistico e nautico situato a Sestri Ponente (GE). A settembre 2018, grazie a Volvo Car Italia, main partner dell’iniziativa, sono stati installati tre nuovi Seabin a Marina di Cattolica (RN), Marina di Varazze (SV) e un secondo dispositivo per il Venezia Certosa Marina (VE).

A maggio 2019 i concessionari della rete Volvo, su esempio della casa madre, hanno posizionato nuovi dispositivi nel  Porto Turistico di Riccione (RN),  nel Porto Turistico di Capri (NA), nel Porto Turistico di Pescara, nel il porto turistico Cala Ponte Marina a Polignano (BA), nel Porto Lotti nel Golfo della Spezia, a Rimini presso il molo di Levante accanto al Rock Island , a Como nei pressi del Centro di didattica ambientale e divulgazione scientifica ProteusLab, nel Circolo nautico Cesenatico, nel Polo Nautico di Viareggio, presso il Ravenna Yacht Club, nel Porto San. Nicolò di Riva del Garda, nel Marina di Cagliari e a Poto Gaio di Gallipoli.

Nei porti di mare, ma anche nei navigli di Milano

Con il sostegno di Whirlpool EMEA, sono stati installati tredici Seabin: dalla Puglia a Sasasari alla Darsena di Milano. Grazie a Coop, in accordo con l’associazione nazionale ANCC Coop, un Seabin è stato installato a Sestri Ponente, presso il Marina Genova.

KLM Italia e Armata di Mare con  la campagna #perunmarepulito installano un dispositivo nel  Porticciolo del Molosiglio, sede della Lega Navale a Napoli, un dispositivo nel Porto Antico di Genova, uno presso il Diporto Velico Veneziano a Venezia e uno in Darsena Milano con l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia.

Grazie a NN Investment Partners, un altro Seabin si aggiunge ai dispositivi già operanti sulle coste italiane: è attivo presso il porto Marina Cala de’ Medici, tra Rosignano e Castiglioncello in provincia di Livorno. Con Werner & Merzt  un altro dispositivo è stato installato nel Porto Turistico di Capri (NA).

Fino al Lago di Lugano e in Uk

Un Seabin è arrivato anche sul Lago di Lugano, uno dei più inquinati di nord Italia e Svizzera, e per la precisione a Porto Ceresio grazie alla collaborazione con il partner tecnico Poralu Marine e F&B Nautica, azienda nel settore nautico del territorio varesino.

Grazie a Winni’s è stato installato un cestino nel Porto turistico di Cervia (RA). Ma LifeGate PlasticLess è arrivato anche nel Regno Unito con il primo cestino installato presso la Portishead Quays Marina grazie a Whirlpool Corporation. Con il supporto di doValue, un Seabin è stato posizionato nel Porto Turistico di Roma. Le Terrazze ha  installato un Seabin a Portovenere.

Grazie all’iniziativa StayPlasticLess, Best Western Italia e i loro clienti riducono la plastica e la rimuovono dai mari installando nuovi dispositivi a Santa Margherita Ligure, nell’area dei Cantieri Sant’Orsola, a Palermo presso l’area del Porticciolo della Cala, nel Porto Turistico di Pescara e a Venezia nel Venezia Certosa Marina.

Anche l’azienda dell’omonimo gioco per bambini, Geomagworld, aderisce al progetto per la tutela dei nostri mari con un nuovo Seabin a Marina degli Aregai (IM). I gelati GROHE consegna al Porto Antico di Genova il secondo Seabin per contribuire alla divulgazione di una cultura plastic free. Procter & Gamble in occasione dell’annuncio degli obiettivi green “Ambition 2030” ha inaugurato l’installazione di un dispositivo a Fiumicino, al Circolo Nautico Tecnomar e adotta il Seabin installato nel porto di Scario a San Giovanni a Piro (SA).

Scarpamondo partecipa adottando il Seabin del Porto di San Marco di Castellabate (SA). Anche l’Ambasciata britannica è orgogliosa di annunciare la partecipazione al progetto per un anno nel Porto di Tropea, in Calabria.

Il fiume Arno ha il suo spazzino

Con Coop, un primo Seabin è anche lungo le rive dell’Arno, presso il Circolo Canottieri sotto il Ponte Vecchio, e nel Porto Turistico di Pescara. Findus nell’ambito del percorso di sostenibilità promosso da Capitan Findus, partecipa a LifeGate PlasticLess® con un Seabin installato nelle acque del porto di Cosimo De’ Medici a Portoferraio (Livorno). Colgate-Palmolive sostiene  LifeGate PlasticLess® nell’ambito dell’operazione mare pulito ed installa un Seabin in Liguria a Sanremo nelle acque di PortoSole.

Nel 2021 Findus, in collaborazione con Coop Italia, permetterà di togliere in un anno fino a 5.000 Kg di rifiuti, incluse le plastiche e microplastiche, grazie al funzionamento di 10 Seabin posizionati in 10 località di mare, dalla Liguria alla Puglia. 

I primi tre Seabin in Emilia Romagna sono posizionati nel Ravenna Yacht Club, Marina di Cattolica, e nel Circolo Nautico Cesenatico. Abaco Group ha aderito al progetto LifeGate Plasticless®, per la salvaguardia dell’ambiente contro l’inquinamento da plastica nei mari, installando un Seabin nelle acque del Cantiere Valdettaro nella baia Le Grazie di Portovenere a La Spezia.

Nivea ne metterà 3

Ultima arrivata, anche l’azienda NIVEA, che installerà, in alcuni porti italiani, dei primi 3 Seabin. Il primo già inaugurato nel porto di Marina del Fezzano a Portovenere. Altre due installazioni sono previste nei porti di Riccione Procida, prossima Capitale italiana della Cultura, con l’obiettivo di raccogliere circa 1 tonnellata e mezza di rifiuti galleggianti, incluse plastiche e microplastiche, in un solo anno.

Tra gli altri progetti dell’azienda tedesca, al via anche BOSCO NIVEA, all’interno del Parco del Ticino e della Riserva Naturale dell’Aniene, con la piantumazione di 6.000 metri quadrati di alberi. Obiettivo, la riduzione delle emissioni della catena del valore del 30% entro il 2025, per arrivare all’ impatto zero entro il 2030

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy