L’industria dell’acqua minerale “è la prima causa di microplastiche nei fiumi”

Per la prima volta uno studio svela questa relazione

Le aziende che imbottigliano acqua minerale sono tra le principali responsabili dell’inquinamento di microplastiche. Lo rivela uno studio condotto nel Regno Unito. Scaricando liquami e acque reflue non trattate nel sistema idrico, gli scienziati hanno collegato per la prima volta l’industria dell’acqua all’inquinamento da microplastica.

Lo studio inglese

I ricercatori dell’Università di Manchester hanno scoperto che la cattiva gestione delle acque reflue da parte delle società idriche è addirittura la principale fonte di inquinamento da microplastica per i fiumi del Regno Unito.

Un campione dell’acqua fiume Tame, Manchester, a valle di una di queste aziende, conteneva un inquinamento da microplastica doppia rispetto al campione più inquinato mai registrato al mondo.

“Infrante le normative”

Il documento, pubblicato su Nature Sustainability, afferma che le compagnie idriche sono responsabili di questi altissimi livelli di inquinamento del letto del fiume perché scaricano acque reflue e acque reflue non trattate nei fiumi durante periodi di siccità, massimizzando la concentrazione.

“I fiumi sono poi la principale fonte di microplastiche per gli oceani: per affrontare il problema globale della microplastica marina, dobbiamo limitare il loro input ai fiumi“, ha detto al Guardian il prof Jamie Woodward, a capo della ricerca.

Nessun trattamento

A regola, le acque reflue non trattate, che contengono acque reflue grezze e deflussi domestici e industriali, dovrebbero essere scaricate nei fiumi solo dagli impianti di trattamento delle acque reflue e dagli straripamenti fognari combinati durante le tempeste o le piogge estreme, quando il flusso dell’acqua aiuta a disperdere gli inquinanti a valle.

Dato comunque che il trattamento delle acque reflue rimuove circa il 90% delle microplastiche, la presenza di alti livelli di questi inquinanti sul letto del fiume suggerisce che le compagnie idriche sversano effluenti non filtrati durante periodi di siccità, infrangendo in questo modo le normative britanniche ed europee.

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy