«Mammoni», Italia primatista Ue: la metà vive ancora con mamma e papà

Le motivazioni? Socio-culturali

L’Italia è prima fra i big europei per “mammoni” o “bamboccioni” ancora a casa. Lo attesta la fotografia scattata da Eurostat, l’Istituto europeo di statistica su dati 2017. I “giovani adulti” tra i 25 e i 34 anni quasi per la metà – esattamente il 49,3% – vive ancora con i genitori. E in media chi riesce a uscire di casa lo fa dopo i 30 anni.

E questo mentre nella media dei 28 Paesi Ue vive ancora con i genitori solo il 28,5% di questa fascia della popolazione. In Europa si esce di casa in genere a 26 anni.

Ecco cosa rallenta l’emancipazione
Le motivazioni di questo ritardo vanno però cercate non solo nelle difficoltà economiche, ma anche nelle caratteristiche socio-culturali di vario genere del Paese e delle famiglie italiane, che rallentano l’emancipazione dal nucleo familiare. E fanno salire l’Italia in vetta, tra i grandi Paesi dell’Unione europea, in questa classifica stilata da Eurostat.

Continua a leggere su ILSOLE24ORE.COM

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Potrebbe interessarti anche

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy