Mascherine di comunità “fai-da-te”: le istruzioni dell’Istituto superiore di sanità

Le indicazioni per cucirle, indossarle e lavarle. Usate bene e costantemente aiutano a contrastare la diffusione del virus

Per contrastare la diffusione del nuovo coronavirus Sars-Cov-2, responsabile dell’epidemia Covid-19, possono essere utilizzate mascherine di comunità fatte in casa con materiali facilmente reperibili e a basso costo.

A dare indicazioni su come realizzarle, su come indossarle correttamente e su come lavarle è l’Istituto superiore di sanità (Iss), che ha adattato un documento del Centers for disease control and prevention statunitense (Cdc).

Usarle bene e costantemente

Sebbene non siano dispositivi medici, ma “semplici” misure igieniche, le mascherine di comunità autoprodotte vanno indossate, “come le altre mascherine, nei luoghi chiusi e in tutti gli altri contesti, anche all’aperto, quando è difficile mantenere il distanziamento sociale”, spiega l’Iss. “Se usate bene e costantemente, infatti, anche le mascherine di comunità aiutano a contrastare la diffusione del virus“.

Guarda l’infografica dell’Istituto superiore di sanità

Leggi anche:
Come scegliere e come sanificare le mascherine di comunità
Covid-19, mascherine “di comunità”: cosa sono, come si usano

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Potrebbe interessarti anche

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy