Melegatti riparte dalla “fabbrica segreta” e dal lievito salvato dai dipendenti

Corsa contro il tempo per arrivare sugli scaffali entro Natale. E i social spingono per nominare “Cavalieri del Lavoro” gli impiegati che durante la crisi hanno curato e salvato (gratis) il lievito madre necessario per la ricetta centenaria

La Melegatti rinasce per la terza volta in due anni e si prepara a riportare i pandori nei supermercati per Natale grazie, in parte, a una linea di produzione installata in una “segretissima” azienda veneta (quella di proprietà di San Giovanni Lupatoto è in riorganizzazione in questi giorni) e al lievito madre salvato da Matteo Peraro e Davide Stupazzoni, due dipendenti che l’hanno tenuto in vita – gratis – nell’ultimo anno di crisi. Guadagnandosi oggi una campagna spontanea dei social network che spingono per premiarli con la nomina a Cavalieri del lavoro.

CONTINUA SU REPUBBLICA.IT

Commenta con Facebook
Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

commenta

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!