Messico: «Se sei ricco, sei a rischio per il coronavirus. Se sei povero no»

Lo sostiene il governatore di Puebla, Miguel Barbosa.

Conviene essere poveri

Secondo quanto riportano i media messicani il governatore di Puebla Miguel Barbosa ha dichiarato in una conferenza stampa che i poveri sono “immuni” a Covid-19, dato che i ricchi costituiscono la maggior parte di quelli infetti.

Ha affermato che dei 38 casi confermati di Covid-19 a Puebla, la maggior parte erano “persone benestanti”: «La maggior parte di quanti sono infetti sono persone benestanti, eh? Se sei ricco, sei a rischio. Se sei povero, no. Noi poveri siamo immuni”.

Il ragionamento di Barbosa per il virus che preferiva ospiti più ricchi era “perché viaggiano”.

Il suo messaggio era chiaramente volto a incoraggiare le persone meno abbienti a continuare a lavorare e a non disertare le fabbriche.

Dopo le polemiche che ne sono nate, la sua amministrazione ha eliminato dai social e dal suo sito Web il frammento di video che conteneva la sua dichiarazione ma la mossa non è riuscita impedire che l’affermazione si diffondesse su Internet e un certo numero di agenzie di stampa ha pubblicato il filmato integrale della conferenza stampa.

Per quanto riguarda lo status di Barbosa come uno dei “poveri”, la sua dichiarazione dei redditi suggerirebbe che non è tra questi. Possiede due case, una delle quali è valutata in 10 milioni di pesos (US $ 430.000) e tre veicoli con un valore stimato di oltre 2,5 milioni di pesos.

Il governatore ha anche dichiarato che i suoi incontri con gruppi di cittadini sono ancora programmati. “Continuerò fino a quando non avrò il coronavirus e poi continuerò anche dopo”, ha detto.

Il suggerimento del presidente messicano: «vivi la vita come al solito»

I commenti alle affermazioni del governatore di Puebla hanno suscitato polemiche in un Paese in cui quasi la metà della popolazione è povera e la maggioranza ha un lavoro nero.

Comunque riflettono la risposta quasi infastidita di molti politici messicani verso Covid-19, che minaccia di rovinare l’agenda del governo.

Il presidente del paese, Andrés Manuel López Obrador ha risposto con ottimismo alla crisi. Martedì ha detto ai giornalisti che il Messico avrebbe superato il “peggio” entro un mese.

López Obrador ha resistito a misure più rigide, come la quarantena e la chiusura dei confini, sostenendo che i poveri messicani non sono in grado di permettersi di non lavorare.

Il suo consiglio ai messicani è stato: “Vivi la vita come al solito”.

Secondo gli esperti il Messico è entrato nella seconda fase della pandemia di coronavirus e ne è iniziata la diffusione nella comunità. Finora ci sono stati sei morti nel paese su circa 500 casi accertati.

Covid-19 ha segnato un momento difficile per il Messico. L’economia è crollata nel 2019 e le previsioni per il 2020 indicavano una continua stagnazione anche prima della pandemia. López Obrador è salito al potere con una stragrande maggioranza nel 2018, ma recenti sondaggi suggeriscono che la sua popolarità sia in declino. Un sondaggio ha mostrato per la prima volta una valutazione di approvazione inferiore al 50%.

Gli analisti affermano che la pandemia è solo la più recente in una serie di crisi nel Paese, tra cui esplosioni di violenza dei trafficanti di droga e la crescente furia di parte dell’opinione pubblica per la sistematica violenza sulle donne.

Immagine di Ronald Cuyan

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Potrebbe interessarti anche

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy