Metà degli under 35 vive a casa con i genitori

Le donne soffrono la situazione peggiore

La metà degli adulti under 35 vive ancora a casa con i genitori. Pagati male e a volte non pagati affatto, è per loro quasi impossibile permettersi una casa. Lo dice una indagine realizzata dal Consiglio nazionale dei giovani, in collaborazione con Eures, condotta su un campione di 960 giovani tra 118 e 35 anni.

Le donne? Più penalizzate

Poco più di un giovane su tre (il 37,2%) ha un lavoro stabile, il 26% precario e il 23,7% è disoccupato. Al Sud la maggior parte dei giovani è disoccupata (il 31,7%) o precaria (30%). Le donne – guarda un po’ – sono quelle nella situazione peggiore: solo il 30,1% di loro ha un contratto stabile, contro il 43,6% dei colleghi maschi.

Il 32,5% ha lavorato gratis

Pur di trovare un’occupazione, il 54,6% degli intervistati ha accettato almeno una volta di lavorare in nero, il 61,5% un lavoro sottopagato e il 32,5% ha lavorato gratuitamente.

Dallo studio emerge che la maggior parte dei giovani italiani ha scarsa fiducia nei confronti del sistema pensionistico: ben il 73,9% pensa che l’assegno che riceverà non permetterà una vita dignitosa.

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy