Mi illumino in modo sostenibile

Immaginate la vostra pista ciclabile preferita che di notte si illumina dal basso, offrendovi la passeggiata più sicura e romantica del mondo.

Durante il Siae – la fiera che promuove le tecnologie per l’edilizia e l’ambiente che si è tenuta a Bologna dal 17 al 20 ottobre 2018 – è stato presentato allo stand della Colacem e Colabeton un calcestruzzo luminescente. Questo materiale dovrebbe essere utilizzato per costruire strade che di notte si illuminano. Ed è totalmente sostenibile. Inoltre si potranno realizzare strade con colorazioni diverse e questo renderà più agevole l’integrazione con l’ambiente circostante e la differenziazione delle diverse tipologie di strade.

Il principio è semplice: il calcestruzzo immagazzina la luce solare durante il giorno e poi la rilascia nelle ore notturne.

Della questione della sicurezza degli automobilisti, ciclisti e pedoni sulle strade e soprattutto del risparmio energetico si discute da molti anni. A Singapore in un tratto di strada lungo 400 metri è stato sperimentato un agglomerato di minerali atossici a base di stronzio alluminato che assorbe i raggi UV durante la giornata e che di notte crea un suggestivo effetto glitter sulla strada. La sperimentazione ha evidenziato qualche difetto: la luminescenza era incostante e a volte diventava troppo fioca.

L’olandese Studio Roosegaarde ha dipinto la carreggiata dell’autostrada M329, vicino a Oss, comune dei Paesi Bassi, con una pittura nel cui impasto c’era una polvere fotosensibile, e i risultati sono stati ottimi.

In Toscana a ottobre 2018 è stata assegnata la gara per riqualificare la strada detta “Chiassetto di Diecimo”, in provincia di Lucca. Ne parla il sindaco di Borgo a Mozzano, Patrizio Andreuccetti: “La nuova strada pedonale – dice – verrà realizzata con asfalto fotoluminescente e sarà la prima in Toscana di questo tipo. Il nuovo tratto collegherà le due estremità del paese permettendo agli abitanti di spostarsi in completa sicurezza … Sarà anche possibile percorrerla durante le ore notturne, grazie a un manto stradale che si caricherà di energia luminosa nelle ore diurne e si illuminerà dal crepuscolo fino ad esaurimento dell’energia accumulata”. L’intervento costerà 60mila euro.

Fra qualche anno organizzeremo giri notturni in bici su strade colorate e illuminate. Sarà bellissimo.

 

Commenta con Facebook
Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

commenta

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.