Milioni di mascherine nel mare

Trovate nelle spiagge a sud di Hong Kong ed è solo l’inizio

Nelle isole Soko a  sud di Hong Kong i ricercatori del gruppo ambientalista Ocean Asia hanno scoperto centinaia di mascherine sulla costa, trasportate dal mare.

Se ne producono e se ne utilizzano a milioni: solo la Cina ne produce 200 milioni al giorno, gli Usa ne vogliono 3,5 miliardi, 1,2 l’Italia. Per la maggior parte le monouso sono in poliestere e polipropilene e trattate con sostanze chimiche, il tutto è altamente inquinante.

Lo smaltimento delle mascherine monouso è un problema serio che va affrontato velocemente, almeno alla stessa velocità con cui si producono.

Le soluzioni ci sono

Per evitare che proteggersi dal coronavirus soffochi il mare possiamo innanzitutto produrre e utilizzare mascherine lavabili e riutilizzabili, come sta accadendo anche nel nostro Paese, dove varie aziende del tessile si stanno convertendo alla produzione della face mask.

L’agenzia AGI fa alcuni esempi di aziende “virtuose”: “Sono realizzate in cotone Steff (non trattato con pesticidi) con un trattamento idrorepellente antigoccia, utilizzabili più volte, quelle prodotte dal gruppo Miroglio di Alba, grande azienda del tessile e del retail; in cotone lavabile a 90 gradi quelle prodotte e donate in Calabria dalla sartoria di abiti da sposa di Graziella Lombardo; in cotone e trattate al chitosano (sostanza bio-based, di origine naturale ottenuta dai residui dello scheletro dei crostacei) quelle prodotte dal gruppo Canepa, azienda leader nella tessitura serica di fascia alta e nella produzione di tessuti pregiati in fibre naturali, in collaborazione con una tessitura del Salento”.

Altre aziende producono le mascherine in canapa, naturalmente antibatterica, altre ancora in cotone.

Nel nostro Paese la richiesta è di 90 milioni di mascherine al mese, per ora un consorzio di imprese della moda e del tessile ne può garantire 45 milioni. Le altre?  

Leggi anche:
Come sanificare la mascherina
OMS: “Le mascherine per il viso non possono impedire alle persone sane di contrarre il Covid-19”
Mascherine fai da te: un test per vedere se funzionano
Mascherine chirurgiche e con valvola, ecco le differenze. Facciamo chiarezza

foto: Ocean Asia

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Potrebbe interessarti anche

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy