Municipali 2020 in Francia: L’Onda Verde del movimento ecologista vince nelle principali città francesi

Da Parigi a Marsiglia successo storico delle liste Verdi

Il secondo turno delle elezioni comunali in Francia di domenica 28 giugno è stato caratterizzato da un tasso di astensione storico del 59% e soprattutto  dalla conferma della spinta verde nelle grandi città.

L’Onda Verde

Unanime il giudizio dei principali giornali francesi: tutti nei titoli di apertura parlano del successo dell’«Onda Verde»

Liberation: Onda verde. E’ da oggi che tutto inizia

Le Figaro: Il governo dovrà fare i conti con l’Onda Verde

Le Monde: Una storica Onda Verde attraversa le principali città francesi

E anche i titoli dei giornali stranieri non sono dissimili

Ad esempio il quotidiano svizzero Le Temps titola“Onda verde in Francia raccontando i successi dell’EELV (Europe Écologie-Les Verts) che hanno deliziato gli ecologisti di diverse città.

Parigi conferma sindaca Anne Hidalgo, ambientalista e socialista

Non sorprende che la sindaca uscente di Parigi, Anne Hidalgo, prima donna sindaco della capitale, socialista e ecologista, abbia ampiamente vinto (quasi il 50% dei voti).

La sindaca ha vinto soprattutto per aver capito che il tema ambientalista e la riappropriazione degli spazi pubblici sono diventati centrali nella politica cittadina. Durante il suo mandato la capitale francese ha moltiplicato le isole pedonali, si è riempita di piste ciclabili e ha moltiplicato i trasporti alternativi, oltre a curare  il complicato rapporto con le periferie.

La spinta ambientalista nelle altre città

La spinta ambientalista si è vista con forza a Lione, dove Grégory Doucet (EELV) ha vinto con oltre il 50% dei voti. I Verdi hanno avuto successo anche a Strasburgo, Besançon, Poitiers e Bordeaux (bastione “storico” di Alain Juppe e della destra).

A Marsiglia la candidata ambientalista Michèle Rubirola della lista Primavera  Marsigliese, sostenuta da diversi partiti di sinistra, è riuscita a vincere in una città governata ininterrottamente dalla destra negli ultimi 25 anni

Perpignan nelle mani dell’estrema destra, a Le Havre vince il primo ministro

A Perpignan (120.000 abitanti) vince il candidato vicino alla destra di Le Pen, Louis Aliot. Perpignan diventa la prima città francese con più di 100.000 abitanti con un sindaco di estrema destra.

Il primo ministro Édouard Philippe vince a Le Havre, con quasi il 59% dei voti.

Affluenza molto bassa

Questo secondo turno delle elezioni municipali è stato caratterizzato da un tasso di astensione record: non ha votato quasi il 60% degli aventi diritto al voto.

Questa elevata astensione è ampiamente spiegata dalla crisi legata al coronavirus che ha scoraggiato molti dal recarsi ai seggi.

Quale risposta dal governo all’Onda Verde?

Dopo che le elezioni comunali sono state contrassegnate dai risultati convincenti dell’EELV, il presidente della Repubblica Emmanuel Macron ha convocato i 150 membri della Convenzione sul clima dei cittadini per discutere delle proposte per combattere il riscaldamento globale. Vedremo se e come saprà cogliere l’Onda Verde.

Leggi anche:
Elezioni europee, boom dei Verdi: secondo partito in Germania, terzo in Francia
Gli italiani sono sempre più verdi: solo la politica non se n’è accorta
Che fine hanno fatto i verdi italiani?

Foto di Anthony Delanoix

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Potrebbe interessarti anche

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy