Myanmar: suora si inginocchia perché la polizia non spari ai manifestanti

La forza di una donna, suora cattolica, sola, contro uno stuolo di uomini armati

Ann Nu Thawng è scesa in strada nella città di Myitkyina, capitale dello stato Kachin, nel Nord del Myanmar, per inginocchiarsi davanti alle forze dell’ordine pur di evitare un’aggressione nei confronti dei manifestanti che da giorni ormai affollano le strade dell’ex Birmania, dopo il golpe messo in atto dall’esercito. Ann Nu Thawng è una suora cattolica della congregazione religiosa di San Francesco Saverio, istituto di diritto diocesano di Myitkyina.

La suora cattolica ha supplicato le forze armate affinché non sparassero sui giovani che partecipavano a manifestazioni pacifiche. Da quanto si apprende dal “Gloria News Journal”, giornale online di stampo cattolico in in Myanmar, “più di 100 manifestanti hanno potuto trovare riparo nel convento di suor Ann Nu Thawng, sfuggendo così da un pestaggio brutale e dall’arresto sicuro“.

La foto è stata posta sui social dal cardinale Charles Maung Bo, arcivescovo di Yangon, ed è diventata l’immagine simbolo delle manifestazioni in corso.

Via Twitter il cardinale Bo ha scritto:

“Oggi, la rivolta è stata grave a livello nazionale, la polizia sta arrestando, picchiando e persino sparando alle persone. In lacrime, suor Ann Nu Thawng implora e ferma la polizia affinché smetta di arrestare i manifestanti”.

La forza di una donna, sola, contro uno stuolo di soldati armati.

Leggi anche: Myanmar, i militari sconfitti al voto arrestano Aung San Suu Kyi e il nuovo presidente

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet, riviste e altri quotidiani online. Collabora con la Radio Televisione Svizzera.

Potrebbe interessarti anche

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet, riviste e altri quotidiani online. Collabora con la Radio Televisione Svizzera.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy