fbpx

Napoli in piazza con Noemi e contro la Camorra

In prima linea nella manifestazione c’era anche Antonio Piccirillo, figlio del boss

Una manifestazione nata con l’intento di protestare contro una Camorra che agisce sempre più indisturbata in tutto il capoluogo campano e che, pur di raggiungere un obiettivo, che sia anche un agguato ad un pregiudicato, non guarda in faccia a nessuno, tantomeno ad una bimba di 4 anni che passeggia per strada mano nella mano alla nonna. La manifestazione di oggi, intitolata DisarmiAmo Napoli è nata proprio per questo, per lottare contro un male che affligge una città dal patrimoni storico e culturale immenso. Tantissime le persone presenti oggi in piazza Nazionale per mostrare il desiderio di riprendersi la città.

Tra i presenti anche il figlio di un boss- In prima linea nella manifestazione c’era anche Antonio Piccirillo, figlio di Rosario Piccirillo camorrista, che si è detto stufo della situazione. “I nostri padri ci hanno reso la vita difficile, quasi impossibile. Sono stanco di sentirmi ‘figlio di’, io sono Antonio Piccirillo e voglio una vita sana per i miei figli con dei valori veri e autentici” ha raccontato, e poi ha lanciato il suo messaggio, chiedendo a quelli come lui di non nascondersi anche se “la natura ci impone di voler bene ai nostri padri, ma i nostri genitori non servono a niente. Chi fa soffrire la propria famiglia non può essere reputato un buon genitore”. [Fonte – THESOCIALPOST.IT]

Cosa si dice in Italia? Approfondiamo:

Il discorso di Antonio Piccirillo, il figlio del boss, alla manifestazione “DisarmiAmo Napoli”

Fonte: IL VAPORETTO

Chi è Antonio Piccirillo, il figlio del boss che è sceso in strada per dire no alla Camorra. Antonio Piccirillo è il figlio di un boss della camorra, Rosario Piccirillo, detto o’Biondo e capo del clan Piccirillo, attivo a Napoli, in particolare nella zona di Chiaia e San Ferdinando. Domenica 5 maggio Antonio Piccirillo ha partecipato al corteo contro la camorra e la violenza organizzato a Napoli dopo la sparatoria dei due giorni prima in cui è rimasta gravemente ferita una bambina di 5 anni, Noemi. “Sono Antonio Piccirillo, figlio di Rosario Piccirillo, che purtroppo ha fatto delle scelte sbagliate nella vita: è un camorrista, almeno così hanno detto i giudici, i giornali le istituzioni”, ha detto.

“Voglio lanciare un messaggio a noi, figli di queste persone: amate sempre i vostri padri, ma dissociatevi assolutamente dai loro stili di vita, perché sono stili di vita che non pagano”.

“Se noi figli non faremo dei passi in avanti nel positivo rimarremo fossilizzati in questa cultura priva di etica e che non paga”, ha proseguito Piccirillo. “C’è gente che pensa che la Camorra 50 anni fa era meglio di oggi: ha sempre fatto schifo, è sempre stata ignobile”. Continua a leggere…[Fonte: TPI.IT –  Enrico Mingori]

Napoli, ecco come hanno colpito la piccola Noemi: il killer ripreso dalle telecamere. Napolisotto choc dopo l’agguato nel quale è stata coinvolta una bambina di appena 3 anni. Mentre tutta la città si stringe intorno al dolore della famiglia di Noemi, intanto le indagini proseguono e spunta un video che riprenderebbe l’autore della sparatoria. Dai frame dei video delle telecamere di sorveglianza si nota un uomo alto, robusto, con una giacca nera con cappuccio che si muove con fare impacciato. Quell’uomo ha fatto fuoco contro Salvatore Nurcaro, il 31enne che lotta contro la morte dopo essere stato raggiunto da colpi al torace e alla gola mentre era al bar Elite, sito in piazza Nazionale. Il killer ha agito da solo: è sceso dallo scooter con il quale era arrivato, si è avvicinato a Salvatore Nurcaro ed ha iniziato a fare fuoco. Continua e leggere… [Fonte: LEGGO.IT – Alessia Strinati]

Fonte immagine copertina Napoli Repubblica

Claudia Faverio

Claudia Faverio

Appassionata di ambiente e dei diritti umani da sempre. Fa parte della redazione dove segue l'attualità quotidiana e il meglio del web. Si occupa anche dei rapporti con siti, blog, enti e imprese per la comunicazione di e su People For Planet.

Claudia Faverio

Claudia Faverio

Appassionata di ambiente e dei diritti umani da sempre. Fa parte della redazione dove segue l'attualità quotidiana e il meglio del web. Si occupa anche dei rapporti con siti, blog, enti e imprese per la comunicazione di e su People For Planet.