Nasce la “Rete delle Donne in Cammino”, network di camminatrici con l’anima green

Il nuovo network che unisce le energie delle donne impegnate nel mondo dei cammini e dell’ecologia

Segni particolari? Sono belle. Ma soprattutto, felici. Saranno i paesaggi attraversati, sarà il profumo della libertà offerto dai sentieri, saranno le endorfine: sempre più donne in Italia, scoprono la bellezza dei cammini, del passo lento, della totale immersione nel “qui ed ora”.
Che percorrano la via Francigena o le altre antiche strade dell’Europa medievale, che attraversino boschi e colline o particolari angoli delle loro città, le donne hanno un approccio tutto loro al camminare: si aiutano e sostengono a vicenda, guardano la natura con amore e cercano soluzioni per proteggerla, pensano a come declinare alcuni percorsi con i propri bambini, fanno un viaggio (spesso lungo) interiore. «Anche in questo campo, le donne sono fonte di ispirazione, esempi di resilienza, passione, intraprendenza e determinazione», spiega Ilaria Canali, promotrice della Rete Nazionale delle Donne in Cammino.

Il nuovo network, che ha debuttato l’8 marzo a Milano, si propone di mettere insieme le energie delle donne impegnate nel mondo dei cammini e dell’ecologia, «per offrire un punto di riferimento a quante vogliono scoprire cosa sia il camminare e si preoccupano di lasciare un mondo migliore alle future generazioni», spiega Ilaria, Canali, che è impegnata anche professionalmente sui temi della comunicazione ambientale (ha collaborato per le principali realtà italiane nel campo, da Legambiente a Earth Day Italia fino a FederTrek). «Ho pensato: cosa succederebbe se le donne, che ormai sono pioniere nell’approccio verso l’economia verde, il turismo emozionale e nell’unire in modo polifonico nuove armonie anche nella semplice ideazione di un nuovo sentiero e di una camminata, potessero essere davvero rappresentate e partecipare nei contesti decisionali (e anche ai bandi di finanziamento per i progetti!) che direttamente o indirettamente si occupano dei cammini: enti, associazioni, federazioni, parchi, case editrici, stampa?».

Continua a leggere su IODONNA.IT

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!