OMS, Amazon ha falsi prodotti anti-coronavirus

Soprattutto online si nascondono truffe ai danni di chi ha paura del coronavirus

La psicosi indotta dal coronavirus ha arricchito molti siti di e-commerce come Amazon con prodotti medicinali, spray disinfettanti (come l’ipoclorito di sodio), ma anche elettrodomestici che sostengono di essere in grado di prevenire la diffusione del virus, o far guarire le persone già colpite, senza nessuna evidenza scientifica. In alcuni casi le truffe sono clamorose.

La richiesta dell’OMS ad Amazon

Amazon ha iniziato – su pressione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità – a rimuovere dal catalogo tutti i prodotti di questo tipo, chiaramente falsi ma capaci di illudere le persone più spaventate dall’epidemia in corso. Tuttavia una ricerca CNBC ha trovato diversi prodotti che sembravano violare queste regole, inclusi spray disinfettanti e detergenti che affermavano di “uccidere” il coronavirus. Da noi è lo stesso: cercando “coronavirus” oggi compaiono su Amazon lampade che promettono di uccidere il virus al prezzo di 1.300 euro.

Oppure si trovano le banali mascherine “da chirurgo”, normalmente reperibili a 1,5 euro, non solo a 26 euro, ma con l’esplicita – e falsa! – precisazione che siano in grado di prevenire la diffusione di coronavirus.

Quali mascherine invece funzionano?

Esistono mascherine che possono limitare il contagio, se usate bene: ma hanno caratteristiche del tutto particolari.

L’esempio dei social media

Insieme alle piattaforme di e-commerce, l’OMS ha anche chiesto alle aziende di social media di contenere le informazioni false. Secondo quanto riferito, Facebook, Twitter, Youtube e TikTok hanno concordato di reindirizzare gli utenti che cercano coronavirus sulle loro piattaforme all’OMS o alle organizzazioni sanitarie locali. Cosa che succede anche da noi se si cerca “coronavirus” nella lente ad esempio di Facebook:

“Penso che sarebbe davvero straordinario vedere questa emergenza trasformarsi in un modello sostenibile a lungo termine, in cui possiamo avere contenuti responsabili su queste piattaforme, per sempre”, ha detto alla CNBC, Andrew Pattison, responsabile delle soluzioni di business digitali per l’OMS.

Leggi anche:
Coronavirus: cane e gatto possono davvero prenderlo?Amazon concede 10 miliardi all’ambiente

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy