OMS: Covid-19, metà morti Ue in case di cura e RSA

“2,5 milioni di casi nel mondo”

“Il quadro di queste strutture è profondamente preoccupante”, lo ha detto il direttore regionale dell’Oms Europa, Hans Kluge, annunciando che quasi metà delle persone morte per coronavirus in Europa erano residenti di case di cura. Kluge ha parlato in una conferenza stampa, dove ha sottolineato l’urgente e immediato bisogno di ripensare il modo in cui operano le case di cura oggi e nei mesi a venire. Anche perché “per molto tempo avremo a che fare con questo virus”. Kluge ha fatto anche un riferimento alle “persone compassionevoli e dedicate che lavorano in quelle strutture spesso sovraccaricate di lavoro, sotto-pagate e prive di protezione adeguata: sono gli eroi di questa pandemia”.

Leggi anche:
Dal 21 febbraio lavorano e vivono blindati nella rsa, risultato? Zero contagi

Un virus con cui vivremo a lungo

“Abbiamo nel mondo quasi 2,5 milioni di casi ora segnalati all’Oms e oltre 160.000 morti. Vediamo tendenze diverse nelle diverse regioni e persino all’interno delle regioni. E alcuni, colpiti all’inizio della pandemia, stanno iniziando a vedere un nuovo aumento dei casi. Non dobbiamo commettere errori: abbiamo ancora molta strada da fare“. “Questo virus sarà con noi per molto tempo. Non c’è dubbio che lo stare a casa e altre misure di allontanamento fisico abbiano ridotto con successo la trasmissione in molti Paesi. Ma questo virus rimane estremamente pericoloso”. “Le prime prove suggeriscono che la maggior parte della popolazione rimane suscettibile” al coronavirs.

Leggi anche:
Fase 2, Milano a tutto smog
Covid-19, la fase 3 saranno i robot?

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy