Open-es, oltre mille e quattrocento le imprese che si sono già unite alla community per la sostenibilità delle filiere industriali

La piattaforma digitale powered by Eni per la crescita e lo sviluppo sostenibile delle imprese

Cosa significa essere sostenibile? Come può un’impresa valutare obiettivamente le proprie scelte o le proprie strategie? Dal punto di vista della responsabilità sociale e ambientale (ESG), come si fa a focalizzare i propri punti deboli e a valorizzare il proprio potenziale? Misurare le performance di sostenibilità delle aziende e farle confrontare con i benchmark di settore attraverso un percorso guidato è uno degli obiettivi di Open-es, la digital platform per lo sviluppo sostenibile delle filiere industriali.

Open-es si pone l’obiettivo di far acquisire alle imprese maggiore consapevolezza dei propri punti di forza e delle proprie aree di miglioramento sulle dimensioni della sostenibilità (Pianeta, Persone, Prosperità e principi di Governance). Con un’analisi dei gap e un piano di sviluppo personalizzato le imprese potranno quindi individuare le azioni prioritarie da attuare per crescere e migliorare, sfruttando i servizi e le opportunità offerte su Open-es e chiedendo e dando consigli alla community.

Una rete da espandere

Da lì a coinvolgere i propri fornitori, invitandoli ad entrare su Open-es, il passo per le imprese partecipanti sarà breve, migliorando quindi ulteriormente i propri processi di sostenibilità e accedendo a statisticheanalisi di dettaglio e strumenti di collaborazione con la filiera.

Open-es si pone in altre parole come un’opportunità per crescere, collaborare, condividere esperienze e best practice di sostenibilità e responsabilità sociale ed economica, un luogo non competitivo dove chiedere e offrire supporto.

Temi fondamentali per un futuro migliore: la sostenibilità ambientale e la responsabilità d’impresa.

Sostenibilità dell’industria è la parola chiave

“Teniamo molto a questa operazione: un nuovo importante passo verso la creazione di una forte sinergia nel sistema imprenditoriale rispetto al raggiungimento degli obiettivi sul clima. Eni si fa promotore di questo strumento, condividendo la propria esperienza e il proprio know how in tutti gli ambiti della sostenibilità, ma l’obiettivo è che questo possa diventare un sistema inclusivo del più ampio numero possibile di imprese, un luogo di tutti, al fine di compiere un percorso comune di continuo miglioramento operativo e tecnologico nella sostenibilità dell’industria”, ha detto l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi.

Il modello del WEF

La piattaforma sarà caratterizzata da un percorso evolutivo che, anche grazie ai feedback degli utenti, andrà ad arricchire progressivamente le funzionalità di Open-es.

Annunciata lo scorso dicembre e frutto della partnership tra Eni, Boston Consulting Group (BCG) e Google Cloud, è attiva online dal 30 marzo scorso. Il modello dati di Open-es si basa sulle metriche core definite nell’iniziativa “Stakeholder Capitalism Metrics” del World Economic Forum (WEF) e, con un approccio semplice e flessibile, permette alle aziende, dalle PMI alle grandi, di misurarsi in un percorso di crescita e sviluppo sui valori della sostenibilità, tanto determinante oggi non solo per le quotate, ma sempre più diffuso nel tessuto economico italiano e internazionale.

Grazie a questa iniziativa si concretizza pienamente la sinergia tra transizione verso gli obiettivi di decarbonizzazione e trasformazione digitale, consentendo di valorizzare le esperienze e best practice di sostenibilità lungo tutta la filiera industriale.

Oltre mille e quattrocento le società già attive in Open-es

Alla community si sono unite, ad oggi, oltre mille e quattroento società, a partire dai tanti fornitori del colosso energetico ma non solo. Altre imprese di primari settori industriali si stanno unendo a Open-es, coinvolgendo a loro volta i propri fornitori e le filiere produttive. Hanno aderito all’iniziativa anche Rina e Techedge Group, che giocano un ruolo fondamentale per la validazione dei dati e l’evoluzione della piattaforma stessa. Obiettivo, facilitare lo sviluppo di una community trasversale, rivolta anche ad aziende di settori industriali differenti, con un approccio di condivisione dei dati e delle esperienze e un focus particolare sul tema della crescita e del miglioramento delle imprese, attraverso un modello concreto, facile da usare e adatto a tutte le realtà. Un potenziale strumento di Procurement Sostenibile promuovendo processi aperti e inclusivi, affinché l’intero ecosistema industriale possa contribuire allo sviluppo di un futuro migliore per il pianeta e per le nuove generazioni.

Come entrare nella community

Entrare a far parte del progetto è possibile a vari livelli. A questo link le varie possibilità: si può iniziare col misurare e migliorare le proprie performance, passare a coinvolgere i propri fornitori o anche offrire prodotti e/o servizi che possono contribuire a rendere più sostenibili le imprese partecipanti.

Per il Fornitore il primo passo consiste naturalmente nel registrarsi utilizzando l’apposito form (link).

Step numero 2, seguire un minuto di tutorial e partire con le semplici domande della“quick start page”.

Passo successivo, entrare nella piattaforma per scoprirne funzionalità e dettagli.

Infine, step n. 4, si passa concretamente al percorso Performance Sostenibilità attraverso le quattro dimensioni: Persone, Pianeta, Prosperità, Principi di Governance.

Per vedere l’infografica più grande clicca qui

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy