Palermo: mentre Salvini twittava, Sufien Saghir salvava vite

Sufien Saghir ha 23 anni, è palermitano di origini marocchine, e ha salvato due vite. Matteo Salvini ha 47 anni, è milanese di origini milanesi, e non ha salvato nessuna vita. “Uomini e no”, scrisse Elio Vittorini.

Uomini e no

Sufien Saghir è incolonnato in auto con alcuni amici sul ponte di viale Lazio quando sente le urla disperate di una donna bloccata nella sua auto nel sottopasso di viale Regione Siciliana. “Non so nuotare, non so nuotare, salvatemi!”, grida la donna aggrappata a una tavola di legno mentre stringe al petto il suo bambino di appena due anni. Tutt’intorno caos, fango, acqua. “Ho sentito piangere il piccolo e mi sono buttato. “Lei urlava terrorizzata, ho avuto paura” ha raccontato a PalermoToday, così il ragazzo, con una costola lesionata, una frattura scomposta alla spalla e dei punti causati da un’aggressione subita circa un mese fa, è uscito dalla propria auto e si è fatto trasportare dalla corrente, usando il fango come scivolo, per raggiungere la donna e il bambino e metterli in salvo.

Sufien Saghir ha 23 anni, è palermitano di origini marocchine e ha salvato due vite. Matteo Salvini ha 47 anni, è milanese di origini milanesi, e non ha salvato nessuna vita, in compenso, mentre Sufien Saghir salvava due vite, Matteo Salvini twittava incolpando gli immigrati, e il sindaco di Palermo, di quanto stava accadendo in quei minuti e in quelle ore.

“Un metro di pioggia” è una fake news

“Ieri a Palermo è caduto un metro di pioggia in due ore”: falso. Le centraline di misurazione hanno rilevato tra gli 80 e i 125 millimetri (cioè tra gli 8 e i 12,5 centimetri).
“Una bomba d’acqua di immane portata”: vero. La quantità di pioggia caduta ieri è immane, considerato che a Palermo in un anno piovono mediamente tra i 400 e i 700 millimetri di pioggia. (https://www.istat.it/it/files/2018/06/Report_Meteoclima.pdf).

Tra 80 e 125 millimetri di pioggia e la città di Palermo era sott’acqua, a Milano con una quantità simile (90mm) esonda il Seveso e fino a qualche anno fa anche 42mm costituivano un grave problema. A Genova con 60mm scatta l’emergenza, mentre Torino, Treviso, Bologna vanno sott’acqua con quantità che variano dai 75 ai 100 millimetri. La definizione classica di alluvione fissa ad 80 millimetri/ora il volume della catastrofe, ma per il nubifragio o la “bomba d’acqua” sono sufficienti anche i 30 millimetri e la concentrazione repentina. Tutti dati facilmente consultabili in rete digitando una manciata di parole chiave, tutti dati che, a fronte dell’eccezionalità dell’evento di ieri, dovrebbero far riflettere sul cambiamento climatico in corso.

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet e per riviste e quotidiani, sia digitali che cartacei, tra cui Fanpage, Fondazione per la critica sociale, Il Manifesto, Il Reportage, Minima&Moralia. È collaboratrice della Radio Televisione Svizzera.

Potrebbe interessarti anche

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet e per riviste e quotidiani, sia digitali che cartacei, tra cui Fanpage, Fondazione per la critica sociale, Il Manifesto, Il Reportage, Minima&Moralia. È collaboratrice della Radio Televisione Svizzera.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy