Papa Francesco:”Sì alle unioni civili per coppie omosessuali”

Una svolta epocale: i politici e i leader mondiali prendano esempio da un uomo di 83 anni in tunica bianca.

“Le persone omosessuali hanno il diritto di essere in una famiglia. Sono figli di Dio e hanno diritto a una famiglia. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo.

A dirlo non è una persona qualsiasi, né un politico, ma Papa Francesco, nel corso di un documentario che lo vede protagonista, realizzato da Evgeny Afineevsky e presentato alla Festa del Cinema di Roma. Frasi che segnano il passo in un processo di apertura e rinnovamento della Chiesa fino a pochi anni fa impensabile. Una svolta evidentemente ben ponderata, vista la cornice “ufficiale” in cui si è deciso di comunicarla, che probabilmente comporterà disordini e scontri in seno a S. Pietro, tanto più che Bergoglio, nel corso del docufilm, si appella alle istituzioni internazionali affinché la parità dei diritti civili non si esaurisca in uno slogan, ma si traduca in legge: “Ciò che dobbiamo creare è una legge sulle unioni civili. In questo modo gli omosessuali godrebbero di una copertura legale”. Una svolta epocale, soprattutto considerato che gli attuali presidenti di paesi come Brasile, Ungheria e Russia, inclusi i politici nostrani di destra, Matteo Salvini e Giorgia Meloni in testa, ancora non sono in grado di pronunciare una frase come “le persone omosessuali hanno il diritto di essere in una famiglia”, per quanto ovvia sia. La politica prenda esempio da un uomo di 83 anni in tunica bianca.

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet, riviste e altri quotidiani online. Collabora con la Radio Televisione Svizzera.

Potrebbe interessarti anche

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet, riviste e altri quotidiani online. Collabora con la Radio Televisione Svizzera.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy