Per chi non capisse italiano e abruzzese, proviamo con il toscano: #iononsorto

QUARANTENA PE’ CITRULLI (ovvero come arrivare al 3 Aprile anche se s’ è degli incivili)

Trattato del virologo volgare Andrea Bonechi, giornalista di Lercio:
(testo ripreso dalla sua pagina Facebook)

1) POSSO SORTIRE?
Si sorte in tre casi: lavoro (perchè sennò ti chiude la ditta e resti co’ ì culo pe’ terra, altrimenti smaltisci quelle 240 ore di permessi mai presi perché “magari mi serviranno un giorno”. Ora ti servano), necessità (la spesa ioserpe, la pedicure non è importante), salute (stai pe’ due e se non vai all’ospedale ci lasci la buccia, oppure t’hai da fare degli esami importanti. La pulizia de’ denti falla più in qua).

2) POSSO ANDARE A CORRERE?
Potete, basta che non vi accalcate in cinquanta tipo maratona di New York. Andate a correre pe’ i cazzi vostri. Anche voi ciclisti: andate ognuno pe’ sè, che poi io vi piallerei a prescindere quando vi mettete in mezzo di strada.

3) C’HO IL/LA GANZO/A FUORI CITTA’, POSSO ANDARE?
Pe’ quanto trombare da molti venga ritenuto una necessità impellente, esistono il sexting e i filmatini su WhatsApp: scoprite la bellezza dei video sudici a distanza e risvegliate la vostra assopita vita sessuale.
Rammento inoltre che è possibile non chiavare anche per lungo tempo.
Fidatevi d’icchè vi dico.

4) SE HO 37.5 DI FEBBRE MI CHIUDO IN CASA?
Io con 36 e 8 mi sento morire, dove cazzo volete andare con 37 e 5? Vi garba patire? State a casa e non frantumate gli zebedei.

5) SE MI FERMANO MENTRE VADO A I GIGLI (centro commerciale vicino a Firenze – n.d.r.) MI FANNO LA MULTA?
Se vi giustificate no, però maremma impestata non c’andate per comprare una borsa o un paio di scarpe. Se vi si fulmina una lampadina in casa e c’avete la nonna al buio oppure c’avete il cellulare fulminato e lo dovete comprare novo perché sennò perdete i contatti col mondo reale, andate, sennò fossi nel poliziotto che vi ferma vi corchierei di mazzate fra capo e collo. Siate un pelino civili, cerchiamo di non passare pe’ un Paese di dementi.

6) POSSO ANDARE A I’ BARRE PER UN GRAPPINO?
I barre sono aperti fino alle sei di sera purché si stia a un metro di distanza e abbiano tutti i crismi per stare aperti. Comunque se avete dei vecchi senza vita sociale se non “Circolo- giardini – bocciofila” provate a farglielo capire. Noi co’ ì nonno un ci s’è fatta.

7) MI POSSO SPOSARE? E I FUNERALI?
Non ci siamo intesi: ressa di gente un se ne fa. Sicché come son vietati i concerti, i karaoke e i balli latino americani degli arrapati, così son vietati i matrimoni. Guardate ì lato positivo: avete ancora tempo per ripensarci.
I funerali nulla, solo in forma privata. Meglio non morire in questo periodo, ma anche qui c’è ì lato positivo: se è schiantata una merda non dovrete fa’ finta in mezzo a semisconosciuti che fosse una brava persona. Sputate sulla tomba se vi pare, anche se avete ì virusse. Tanto più che morto…

8) POSSO VEDERE I MIEI AMICI?
Arieccoci: no. Poi se non vi beccano potete pure organizzare i cenoni, ma provate ad abbracciare la solitudine pe’ du’ settimane, giusto per scoprire qualche passione nerd. Fatevi du’ seghe su internet, guardate qualche anime, giocate alla PlayStation.

9) SE LE SCUOLE SON CHIUSE DOVE LI METTO I FIGLIOLI?
Cazzi vostra, io non credo nel proseguimento della specie e la limitazione della mia libertà personale è uno dei motivi per cui non ne voglio: avè figlioli ora vi rende più disgraziati di me e spero ve ne rendiate conto. Se invece siete gente più civile e neutra di quanto sia io, spero che ì Governo vi metta a disposizione dei permessi speciali pe’ avenne cura. Sennò lasciateli a ì nonno co’ ì grappino. Auguri.

10) IN CHIESA UN CI SI POLE ANDARE, UNN’ E’ UNA VIOLENZA VERSO LA RELIGIONE?
V’hanno vietato di davvi la mano pe’ ì segno di pace, v’hanno vietato d’intingere le mani nell’acquasantiera: non vi rendete conto che le superstizioni in cui credete son vere fino a una certa? Sarà ì caso di diventare atei o, a ì limite, agnostici? Bergoglio mi sta simpatico, faccia d’ora in poi la messa in diretta Facebook e poi spieghi come mai non prendere la comunione diventi all’improvviso così poco importante. Vivete in un mondo che un c’è, tornate co’ piedi pe’ terra.

11) QUESTE MISURE NON SONO ESAGERATE?
No, perchè sennò il sistema sanitario va’ al collasso. Se vi s’ammala la nonna e la lasciano schiantare perché un giovanotto malato (che magari è andato a fare lo snowboard sull’Abetone in barba a tutte le indicazioni) è più giovane e intubano lui, lasciandovi seccare la nonna, vi girerà dimorto ì cazzo. Sicché rispettate le regole e dimostriamo a ì mondo che un minimo si riesce ad essere rispettosi delle regole, a prescindere da multe o non multe. Fatelo pe’ ì prossimo, pe’ i vecchi, pe’ gl’ immunodepressi. Non fatemi girare ì cazzo

Condividete pe’ tradurre a tutti ì disagio che circola
Un ve n’abbiate a male naccheri, si fa pe’ inteddessi e fa di risate.

#iononsorto

Leggi anche:
Per chi non capisse l’italiano, proviamo con il dialetto abruzzese: #stetevealacase
E per chi non capisse l’abruzzese (ri)proviamo con l’italiano: #iorestoacasa

Foto di Gianni Crestani da Pixabay

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Potrebbe interessarti anche

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy