Pink Bloc: combattono meglio dei Gilet Gialli

E possono evitare che migliaia di bambini si ammalino. Oggi alle 10.30 in diretta qui!!!

In cima alla lista delle vittorie che vogliamo ottenere c’è la necessità di bloccare la pubblicità dei disinfettanti domestici che invita le mamme che amano veramente i loro bimbi a sterminare i batteri. Si tratta di una pubblicità evidentemente ingannevole. Su Peopleforplanet.it abbiamo pubblicato una serie di articoli che dimostrano che disinfettare le abitazioni è demenziale perché la nostra salute dipende in gran parte dalla difesa costituita dai batteri buoni che ci combattono virus e batteri patogeni.

Non è una questione da poco, i danni causati dall’igiene paranoica sono realmente gravi e danneggiano pesantemente i bambini causando varie forme di infezioni e allergie e mettendo in crisi il sistema immunitario: questo infatti si trova a non essere più sostenuto dai miliardi di batteri simbiotici che vivono nella nostra casa, sui nostri vestiti e sulla nostra pelle e che sono la nostra prima linea di difesa.

Un esposto al Gran Giurì della Pubblicità può bloccare questa informazione perversa anche perché la maggiore produttrice di questi disinfettanti suicidi, la multinazionale Unilever, contemporaneamente al Lisoform pubblicizza il dentifricio Zendium, sostenendo che nella bocca vivono 100 miliardi di batteri buoni, numerosi come le stelle del cielo, che ci proteggono; e ci dicono che grazie agli enzimi che lo Zendium contiene, aumentano i batteri eubiotici e migliora la salute della nostra bocca.

Siamo di fronte a un evidente caso di schizofrenia industriale!

Il metodo che proponiamo per raggiungere questo risultato si basa innanzi tutto su una serie di flashmob di fronte alle sedi delle multinazionali che spacciano questi disinfettanti come buoni e giusti. Azioni comiche. E qui entrano in gioco i Pink Bloc: un’orda di uomini pelosi in tutù che danzano l’amore cosmico sulle note delle sonate romantiche di Chopin!

L’idea è che se una campagna divertente mette sotto i riflettori della comunicazione questo assurdo totale e contemporaneamente viene consegnato un esposto al Gran Giurì della Pubblicità, questo sarà costretto a sanzionare immediatamente questa pubblicità devastante per la salute.

È una tattica che abbiamo già sperimentato con successo. Il Gran Giurì della Pubblicità è un istituto indipendente e efficiente capace di agire con tempestività, ma si muove solo sulla base di esposti dei cittadini. E ovviamente se un cittadino in tutù rosa si presenta con un esposto sostenuto da migliaia di condivisioni di un video l’effetto si amplifica.

E contemporaneamente possiamo rafforzare ulteriormente l’azione andando a sollecitare la ministro della Sanità Giulia Grillo, incatenandoci nudi di fronte agli ospedali e compiendo tutte le azioni morbide e divertenti che ci verranno in mente.
Azioni stupefacenti su cambiamenti condivisibili da tutte le persone di buon senso.
Risultati che possono sembrare piccoli ma in realtà cambiano concretamente la qualità della vita di migliaia di persone.

Spieghiamo alla gente che usare questi disinfettanti è folle e cerchiamo di convincere le multinazionali che possono guadagnare anche senza diffondere notizie false e tendenziose.

Hai voglia di darci una mano? Vuoi diventare anche tu Pink Bloc (come i Black Bloc ma più gentili)?

Dietro questa idea ci sta un bel tomo di filosofia pratica. Il mondo è cambiato e un gruppo di maschiacci in tutù possono fare la differenza perché fanno ridere. E se fai ridere il web ti ascolta.

La nostra ispirazione è The Pink Tutù Man, Bob Carey, l’eroico omone sovrappeso e peloso che per far ridere la moglie ammalata si è fatto fotografare in tutù in mezzo mondo.

Abbiamo pensato che anche il Sistema è ammalato (schizofrenia) e che magari facendolo ridere potevamo ottenere qualche cambiamento positivo.
A questo proposito è illuminante il docufilm Corporation che mostra come alcune decisioni devastanti delle multinazionali non sono prese per crudeltà mentale ma per stupidità e routine. Come dice Carlo Cipolla, eccelso economista, la stupidità fa più danni del crimine.

Noi siamo per la filosofia Shangai: partiamo spostando le bacchette più facili da muovere. Vogliamo occuparci di assurdità facili da battere con azioni stupefacenti.

I problemi dell’Italia non si risolvono partendo dai grandi cambiamenti, che richiedono tempi lunghi, ma iniziando dall’eliminazione delle piccole assurdità sulle quali è più facile smuovere l’opinione pubblica e trovare alleati.

I grandi cambiamenti non si ottengono se non si è capaci di concretizzare quelli piccoli.

I piccoli cambiamenti sono fondamentali perché danno la forza e la fiducia per impegnarsi sulle grandi riforme.

La nostra proposta è quella di organizzare piccole azioni divertenti che riescano a rendere visibili le schizofrenie del Sistema. Vogliamo farlo utilizzando la morbidezza e il potere del gioco.

È una logica che oggi pochi comprendono ma non ci serve mobilitare milioni di persone, oggi internet ci dà la possibilità di raggiungere il grande pubblico con video virali.
Abbiamo già progettato una serie di azioni concrete, ne lanceremo una ogni settimana istituendo un appuntamento: i Pink Bloc del giovedì.

Ogni azione comica sarà supportata da azioni legali, esposti al Gran Giurì della Pubblicità, esposti ai ministeri o alle autorità competenti.

Se questo discorso ti convince ti chiediamo di sostenerci: perché la nostra azione abbia successo ci serve innanzi tutto creare un gruppo di volontari che sostengano sul web questa campagna.

E ci serve modificare l’intelligenza di un gruppo di Cacciatori di Demenzialità Sociale.

Ti chiediamo di aiutarci ad individuare altri bersagli facili.

Ad esempio stiamo raccogliendo esempi di applicazioni per smartphone che in modo subdolo inducono gli utenti, che spesso sono bambini, ad accettare che la app frughi tra le loro foto, i testi, gli spostamenti. E questa è una pratica che evidentemente va contro i più elementari diritti alla privacy.

Allora: ci stai?

Jacopo Fo

Jacopo Fo

Scrittore, teatrante, regista, disegnatore, è Direttore creativo di People For Planet.

commenta

Jacopo Fo

Jacopo Fo

Scrittore, teatrante, regista, disegnatore, è Direttore creativo di People For Planet.