Pornografia online: bisogna parlarne ai ragazzi

Il Governo della Nuova Zelanda ha realizzato uno spot molto divertente per far comprendere ai genitori la necessità di affrontare il tema della pornografia online e per comunicare l’esistenza di un sito dedicato ai problemi in cui bambini e ragazzi possono imbattersi navigando su Internet.

Nel video, una coppia di attori di film a luci rosse suona alla porta di una mamma che sta facendo colazione: “Buongiorno, siamo qui perchè suo figlio Matt ci ha appena visto online. Volevamo dirgli che quello che succede nei nostri film non ha a che fare con la vita vera”, dice l’attrice, che speicfica che in effetti nei film non si fa cenno nemmeno ai temi del consenso. L’attore replica:”si, infatti, io non mi comporto così nella vita vera”.

La mamma capisce, prende fiato e decide di parlare con il figlio delle differenze tra quello che vede online e le relazioni reali.

La campagna di spot ne ha anche altri dedicati al bullismo e ai contenuti pericolosi online.

Fonte: YouTube campagna KeepItRealOnline

Leggi anche:
Il boom del nuovo porno online nell’epoca del Covid-19
6 consigli per usare il web, senza rischi per i bambini
Guardare video online produce la stessa anidride carbonica di tutta la Spagna

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Potrebbe interessarti anche

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy