Prescrizione di latte in formula in dimissione dall’ospedale: è capitato anche a te?

Indicare l’utilizzo di una specifica marca di latte in polvere nel libretto sanitario del neonato al momento delle dimissioni dall’ospedale è vietato. Lo sapevi? Se ti è successo, mandaci una foto    

Indicare nel libretto sanitario del neonato al momento delle dimissioni dall’ospedale l’utilizzo di una specifica marca di latte artificiale (tecnicamente: latte in formula) è  vietato. Come spiega Martina Carabetta, Consulente professionale in allattamento materno (o Ibclc, International board certified lactation consultant), “nel 1996 l’Italia ha recepito, purtroppo  solo in parte, il Codice Internazionale per la  Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno, documento stilato congiuntamente dall’Organizzazione mondiale della sanità e dall’Unicef nel 1981. Questo Codice tutela i consumatori, cioè le mamme e i bambini, impegna i governi a  provvedere alla diffusione di informazioni corrette circa  l’allattamento e inoltre impegna i produttori e distributori a utilizzare un marketing corretto e non ingannevole per i sostituti del latte materno e altri alimenti infantili, oltre che per biberon e tettarelle”.

Vietato promuovere marche specifiche

Il Codice, precisa l’esperta, non vieta o impedisce la vendita del latte di formula o degli strumenti per utilizzarlo, ma vieta di promuovere una determinata marca. E una delle pratiche scorrette è proprio l’indicazione di uno specifico latte artificiale alla dimissione dall’ospedale dopo aver partorito, perché in questo modo i genitori sono indotti a credere che quella marca sia migliore rispetto ad altre, o che il bambino sia obbligato per qualche motivo a usare quello specifico latte.

E allora come mai spesso al momento delle dimissioni dall’ospedale sul  libretto sanitario del tuo bimbo viene indicato, nel caso in cui non avessi latte o non ne avessi abbastanza, di utilizzare il latte in formula di una certa marca?

Inviaci una foto

Se hai conservato il libretto delle dimissioni ospedaliere del tuo bambino, controlla se anche nel tuo caso è stata data  l’indicazione di utilizzo di uno specifico latte in formula.

Se è  successo anche a te, inviaci la foto a redazione@peopleforplanet.it (avendo cura di non riprendere i  dati personali del tuo bambino).

Il nostro obiettivo è cercare di capire quanto è diffuso questo fenomeno, e per farlo ci serve il tuo aiuto.

 

Fonte immagine: iconsiglidelfarmacista

Commenta con Facebook
Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

commenta

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.