Quanto inquina l'aria condizionata?

Quanto inquina l’aria condizionata?

I numero parlano chiaro

Quando le temperature estive aumentano, la mano scatta inevitabile verso la manopola del condizionatore. Un gesto che sulle prime può regalarci un po’ di frescura. Ma che alla lunga incide in modo significativo sull’ecosistema. Lo dimostra uno studio pubblicato suEnvironmental Science & Technology e condotto da un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Scienze dell’atmosfera dell’Università di Wisconsin-Madison. Secondo cui la forte richiesta di elettricità dovuta al massiccio impiego di condizionatori d’aria nelle giornate più calde ha come conseguenza un significativo aumento di gas nocivi immessi nell’atmosfera, come anidride solforosa, ossido di azoto e anidride carbonica. I numeri parlano chiaro: per ogni grado centigrado di aumento della temperatura media giornaliera, le centrali elettriche liberano nell’aria il 3,35 per cento in più di biossido di zolfo, il 3,6 per cento in più di ossido di azoto e il 3,2 per cento in più di anidride carbonica. Una variazione percentuale che corrisponde, in termini di peso, a centinaia o addirittura migliaia di tonnellate di particolato.

È risaputo che i giorni più caldi dell’estate coincidono, tipicamente, con i giorni di picco di inquinamento atmosferico“, dicono gli autori dell’indagine David Abel e Tracey Holloway. Ma qual è la causa di questo fenomeno? “Fino ad ora, la maggior parte delle ricerche su questa correlazione si era concentrata sull’analisi di altre fonti di emissioni nocive, sullo studio delle reazioni chimiche nell’aria e di modelli climatici che possano ridurre i gas inquinanti”, spiega Holloway. “Il nostro studio, invece, ha portato la discussione al livello successivo, dimostrando che i giorni estivi più caldi sono associati anche a maggiori emissioni da parte delle centrali elettriche”.

Continua a leggere su GALILEONET.IT

Immagine Pixabay

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!