Riace - sindaco cartelli accoglienza

Riace, la nuova giunta cancella l’era Lucano: via il cartello “Paese dell’accoglienza”

Ecco il comune dei “santi Cosimo e Damiano”

Il neo sindaco Tonino Trifoli, simpatizzante della Lega, ha rimosso l’insegna all’ingresso del piccolo borgo e che, negli ultimi 15 anni, è diventato famoso in tutto il mondo per i progetti relalativi all’inserimento dei richiedenti asilo

Dell’accoglienza dei migranti apprezzata in tutto il mondo non devono rimanere tracce. L’amministrazione comunale di Riace ha iniziato a cancellare i simboli del “modello” costruito da Mimmo Lucano nelle tre legislature in cui ha guidato il Comune. Il neo sindaco Tonino Trifoli, simpatizzante della Lega, ha rimosso i cartelli stradali all’ingresso del piccolo borgo che si affaccia sullo Jonio e che, negli ultimi 15 anni, è diventato famoso in tutto il mondo per i progetti di accoglienza dei migranti. Non più “Riace, paese dell’accoglienza” ma “Benvenuti a Riace, il paese dei santi medici e martiri Cosimo e Damiano”. I nuovi cartelli sono stati inaugurati dal sindaco e dai sacerdoti don Giovanni Coniglio e don Giovanni Piscioneri che hanno benedetto la nuova insegna con buona pace della storia recente di Riace.

Contro la nuova insegna si è schierato il Comitato Undici Giugno che, in una nota stampa, parla di un “maldestro tentativo di cancellare la nobile storia di umanità ed accoglienza costruita da Mimmo Lucano attraverso la rimozione del cartello di benvenuto a Riace”.

Continua a leggere ILFATTOQUOTIDIANO.IT

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!