Rinasce Postalmarket e vuole battere Amazon

Si prepara il lancio del sito che vuole vincere il re dell’e-commerce

Torna PostalMarket, e vuole battere Amazon, almeno sul mercato italiano. E chissà che non ci riesca, data la voglia di online, e date le tante critiche arrivate ad Amazon negli ultimi anni, soprattutto in tema di diritti del lavoro. Se il redivivo catalogo di abbigliamento e oggettistica saprà colmare le gravi lacune del re dell’e-commerce: chissà.

Due imprenditori per il rilancio

A rilanciare il progetto che fece la storia d’Italia, e che ogni ultra trentenne ricorda, è l’imprenditore friulano Stefano Bortolussi, che ha acquisito il marchio nel 2018. Insieme a lui, Francesco D’Avella, titolare della piattaforma di e-commerce Storeden. Obiettivo raggiungere un fatturato tra i 500 milioni e il miliardo di euro nei primi cinque anni, e rendersi così una valida alternativa ad Amazon. “Insieme al portale web, ci sarà anche “un listino cartaceo leggero, destinato agli abbonati”, per far breccia anche nel cuore dei nostalgici, ha spiegato Bortolussi.

L’online è in pieno boom

Le premesse ci sono tutte. Nel pieno dell’emergenza coronavirus, il digitale ha iniziato la sua corsa e questa accelerazione può diventare una grande opportunità per il mercato italiano anche nel post-Covid visto che, stando alle prime stime sull’e-commerce in lockdown, ad aprile il commercio online ha registrato un aumento addirittura del 73% nei retail puri, mentre per i retail tradizionali si stima un incremento record del 92%. Lo dice un’analisi di Making Science nel digital coffe, che precisa: “nella nuova normalità, il digitale spingerà il mercato italiano con stime per l’e-commerce fino a 5,5 milioni di nuovi clienti”.

Pronti a Natale

Il nuovo catalogo digitale sbarcherà su Internet entro Natale. Postalmarket fu fondato a Milano nel 1959 da Anna Bonomi Bolchini, imprenditrice e filantropa che importò da noi il formato americano della vendita per catalogo. Un successo: negli anni ’80 e nei primi ’90 Postalmarket fu il leader italiano nelle vendite per corrispondenza nei settori abbigliamento, accessori e cosmetici. Nel ’93 passa al colosso tedesco Otto Versand (quelli di Bonprix), ma l’azienda, già in declino, viene rilevata senza successo. Nuovo fallimento e passaggi societari sempre inutili. Fino al maggio 2020, quando ri-nasce POSTALMARKET S.r.l., dall’impegno di Bortolussi e D’Avella.

Leggi anche: Germania e Italia unite per riciclare il legno Covid-19, Lavoro: via la responsabilità penale dell’azienda in caso di contagio

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy