Rispondere all’odio con l’amore

Omari è un writer berlinese che gestisce un negozio di vernici per gli artisti di strada ed è a capo di The Cultural Heirs, un’organizzazione che accoglie giovani sia tedeschi che immigrati per fare street art, hip hop, breakdance.

Un giorno nel suo negozio entra un uomo e gli chiede della vernice per coprire una svastica che era stata disegnata su un muro di un parco giochi.
Omari è perplesso, quello è un quartiere multietnico e multiculturale e poi pensa che forse non a caso proprio lì è comparso il simbolo odioso del nazismo. E infatti, nei giorni successivi sempre più svastiche appaiono nei muri dei condomini, nei parchi.
Allora Omari decide di dare avvio a #PaintBack con il motto: “Rispondere ai messaggi di odio con amore”.
Le svastiche non vengono solo coperte dal colore, vengono trasformate: qui una farfalla, lì una zanzara, due uomini che si baciano, un gatto in una finestra e perché no, un egiziano in posa di profilo.
Il risultato è magnifico.

Fonti:
https://www.reuters.com/article/us-germany-art/graffiti-activists-in-berlin-turn-nazi-symbols-into-art-idUSKCN1AZ0CK
http://libreriamo.it/arte/artisti-berlinesi-trasformano-svastiche-murales/
https://www.fanpage.it/street-art-e-graffiti-al-posto-delle-svastiche-berlino-combatte-il-nazismo-con-la-fantasia/

Commenta con Facebook
Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

commenta

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.