I bambini si mobilitano per il migrante-prof

Scuola, Milano: mio figlio è in isolamento

La classe di mio figlio ha un caso confermato

Un caso covid-19 e chiude la classe della scuola materna nel plesso S.S. Trinità di Milano, in via Cesariano, zona Sarpi, che frequenta ogni giorno mio figlio piccolo. Il soggetto da ieri ufficialmente positivo – non si sa se un bambino o una maestra – era assente per malattia (dunque si ipotizza SINTOMATICO) dal 18 settembre, ed è servita una settimana per avere il risultato del tampone, e quindi sapere che anche noi potevamo esserlo. Siamo appena tornati da una visita alla nonna, 74 anni, grave malata oncologica.

Reazioni e risposte in ordine sparso

Arrivato il risultato, ieri i genitori dei bambini hanno trovato ad attenderli, poco prima della chiusura, alle 16, la dirigente scolastica, appostata a pochi metri dalla classe, pronta ad allungare il braccio a mamme e papà e fornire questo foglio sotto. Alle mille domande, non ha potuto aggiungere altro che: “Chiedete al vostro pediatra”.

Dobbiamo stare a casa tutti?

Posso mandare la sorella a scuola domani? Gli faranno un tampone? Posso fare la spesa? Posso andare in ufficio?

Non tutti i genitori sono riusciti a rintracciare il proprio pediatra, o il medico di base, per avere risposte a queste domande, ma chi c’è riuscito ha avuto le stesse risposte ufficiali: “Solo il bambino deve restare isolato e monitorato, il resto della famiglia può andare al lavoro o a scuola”.

La versione ufficiosa

La mia pediatra ha aggiunto: “Adesso però le do la versione non ufficiale, la mia versione: tenga a casa la sorella. Fino a poco fa la regola era questa, adesso è vero non è più così, ma domani potrebbe cambiare nuovamente. Mi sento quindi, seguendo il buonsenso, di suggerirle questa cautela non richiesta, almeno fino a domenica, per monitorare nel bambino l’eventuale insorgenza di sintomi”. La mia pediatra è stata un caso unico per quanto ne so: altri fratelli maggiori oggi sono in classe, nella scuola elementare dello stesso complesso. Altri genitori ancora hanno scelto in autonomia – senza suggerimenti – la strada più rigorosa (e faticosa) di tenere a casa i fratelli, anche perché – altra cosa non prevista dalle regole ufficiali – in classe di mia figlia grande c’è un bambino malato di leucemia. A casa in smart-working (chi può) e figli con i genitori o con un baby sitter.

L’Iter burocratico

Dopo la mezz’ora di consultazioni telefoniche con il pediatra, e il confronto con gli altri genitori, ho provveduto a iscrivermi, come suggerito, sul portale online dell’Ats, per creare il fascicolo sanitario elettronico di mio figlio: “Così quando il tampone sarà pronto lo vedrà da sola online con un risparmio di tempo che potrebbe essere anche notevole rispetto alla chiamata di Ats”, mi ha spiegato il pediatra. E poi? “Poi, 14 giorni dopo l’ultimo contatto con il sospetto – il 17 settembre scorso, quindi manca una settimana – il bambino sarà appunto chiamato a fare il tampone. A meno che non insorgano prima sintomi: ovvero febbre persistente – che dura oltre una sera – unita a raffreddore o tosse. In questo caso mi deve avvertire subito. Altrimenti, fatto il tampone, attendiamo l’esito. Se sarà positivo, visiterò il bambino rilasciando, nel caso, il certificato di riammissione a scuola”.

PS. Nel link sotto la gestione degli ingressi nella scuola elementare di mia figlia, accanto alla scuola dove hanno chiuso una classe, in cui i genitori si assiepano all’ingresso il primo giorno di scuola: adesso è peggio, avendo scelto nel frattempo di unire gli ingressi delle sezioni.

Covid-19, aprono le scuole ma all’ingresso è caos

Covid-19, Avellino: “La scuola riapre ma entrino solo i più meritevoli”

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy