Sigarette elettroniche, è allerta 2. L’Iss invita a vigilare sugli effetti

C’è preoccupazione per i danni polmonari registrati negli Stati Uniti

Un’allerta di grado 2 – su un totale di 3, e quindi di livello intermedio – è stata diramata riguardo alle sigarette elettroniche al ministero della Salute e agli assessorati regionali di tutta Italia dal Sistema Nazionale di Allerta Precoce dell’Istituto Superiore di Sanità. L’obiettivo è vigilare sulle malattie polmonari che possono insorgere nelle persone che utilizzano questi dispositivi alla luce dell’insorgenza delle gravi lesioni polmonari riscontrate negli Stati Uniti.

Leggi anche: Sigarette elettroniche, sottovalutato il pericolo per il cuore

Negli Usa sono stati registrati circa 1300 casi e 26 morti, soprattutto tra i più giovani, a causa della polmonite chimica, irritazione ai polmoni causata dall’inalazione di sostanze tossiche. La maggior parte aveva utilizzato prodotti per e-cig contenenti tetraidrocannabinolo (Thc, il principio attivo della cannabis), mentre altri avevano usato prodotti a base sia di Thc che di nicotina e altri ancora ricariche solo a base di nicotina.

Sotto accusa in particolare alcuni liquidi per le ricariche

I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) statunitensi (organismo di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti d’America il cui compito è sorvegliare, prevenire e suggerire gli interventi più appropriati in caso di malattie ed epidemie, ndr) hanno segnalato che molti dei casi di polmonite chimica registrati risultano collegati all’uso di prodotti acquistati su canali non ufficiali.

Il problema sarebbero alcune sostanze utilizzate come solventi di estrazione presenti in diverse ricariche acquistate illegalmente: per questo l’invito dei CDC è di non acquistare le cartucce da rivenditori non autorizzati.

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.