Sindaco di Ferrara accoglie le salme di Bergamo: la dignità non ha partito

Per un leghista, Guido Guidesi, che torna in Parlamento per polemizzare, ce n’è un altro, Alan Fabbri, Sindaco di Ferrara, che accoglie le salme di Bergamo.

Finalmente oggi hanno riaperto le camere del Parlamento. Finalmente i partiti hanno potuto fare ciò per cui sono pagati: servire il Paese. È stata una bella occasione per portare contributi alla gestione dell’emergenza, ma il partito della Lega, rappresentato da Guido Guidesi, ha preferito polemizzare (di nuovo) su Codogno. “Siamo stati i primi ad essere abbandonati”, ha detto Guidesi. Peccato, Guidesi, per l’occasione persa. 

Per un Guido Guidesi che perde occasioni, c’è però un Sindaco, quota Lega, che coglie l’occasione per restituire dignità ai morti, e, sia pure parzialmente, virtualmente, dare “la possibilità alle famiglie delle vittime di accompagnare i propri cari nell’ultimo passaggio”. 

Alle 14 circa di sabato 21 marzo, erano arrivate sui mezzi dell’Esercito le prime bare partite dal cimitero monumentale di Bergamo. La città non riesce più a cremare un numero così alto di salme e Ferrara ha reso disponibili i propri crematori. Ad attendere le salme, c’era il Sindaco di Ferrara, Alan Fabbri. E anche oggi, 25 marzo, all’arrivo di altre salme da Bergamo, c’era lui, in funzione ufficiale. 

Il video della cerimonia è disponibile a questa pagina Facebook.

“Gentile Sindaco, Gentile Alan,
Ti ringrazio per la vicinanza che hai dimostrato nei confronti dei miei concittadini e dei loro cari che hai accolto nel cimitero della tua Città con affetto e grande rispetto. Non ti nascondo che questo gesto mi ha commosso. Ti prego di estendere i ringraziamenti, miei e dei miei concittadini, a tutta la Città di Ferrara: gesti come il tuo sono molto significativi soprattutto in questo tragico momento” 

Queste le commosse parole che il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, quota Pd, ha rivolto al Sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, quota Lega.

Fortunatamente, fuori dal Parlamento, le occasioni di umana praticità non vengono sprecate. Siamo tutti dalla stessa parte della barricata.

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Potrebbe interessarti anche

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy