Soia e Carne Amazzonia

Soia e carne bruciano l’Amazzonia: il 7 settembre con Jodorowsky piantiamo un albero

Noi italiani abbiamo un motivo in più di farlo

Direttamente da facebook riproduciamo questa straordinaria analisi di The Guardian e dell’esperto forestale Giorgio Vacchiano divenuta virale con più di 20.000 condivisioni, un pezzo fondamentale per non raccontarci più balle su molte questioni  e in particolare per prenderci tutte intere le nostre responsabilità da consumatori di soia sia in versione vegetariana che onnivora.  (fonte immagine di copertina Wikimedia). 

Occorre smettere di acquistare carne sottocosto,  che non sia prodotta e alimentata solo nel nostro paese e che sia allevata nel rispetto della vita degli animali almeno fino al macello. Una carne simile costa necessariamente di più, ma da Chianino ed onnivoro incallito non posso non affermare che il consumo di carne già in flessione importante nel nostro paese deve ridursi in maniera drastica.

Mangiarne molta meno e mangiarla solo proveniente da allevamenti alimentati solo con prodotti coltivati nel nostro paese e nella scelta di essere vegetariani o vegani occorre che la  soia  sia certificata biologica e che sia proveniente da paesi che rifiutano gli OGM e certamente non da nuovi terreni bruciati per fare posto a questa pianta fantastica addentata dalla  speculazione.

Continua a leggere l’appello del maestro Alejandro Jodorowsky su ECQUOLOGIA.COM di Fabio Roggiolani

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!