“Sopravvivi tre settimane senza cibo, tre secondi senza speranza”

La testimonianza di una ‘prepper’ svedese

“Se sei preparato avrai meno paura”

La tv svedese di stato ha intervistato Lars e Lena Wilderäng, la coppia ha scritto un libro su come prepararsi a una crisi sociale poco prima che scoppiasse l’epidemia di Covid-19. Lars è uno scrittore, Lena è una prepper, con questa espressione “si indicano persone che si preparano attivamente per le emergenze, future o eventuali, comprese possibili interruzioni o profondi mutamenti dell’ordine sociale o politico, su scale che vanno dal locale a quella internazionale” (Wikipedia)

La coppia pensa che la preparazione aiuti a creare meno paura, dal momento che hai un maggiore controllo sulla situazione.

“La paura si basa sull’ignoranza, su ciò che non si conosce. Se hai il controllo della situazione preparandoti praticamente e mentalmente, allora hai meno paura. È più facile avere paura se non si ha alcun controllo,” afferma Lars Wilderäng.

Tre secondi senza speranza

Nel loro libro “Sei preparato?” (non disponibile in italiano) Lars e Lena affermano che l’essere umano può sopravvivere per tre settimane senza cibo, tre giorni senza acqua, tre ore senza protezione contro il freddo e tre minuti senza ossigeno ma solo tre secondi senza speranza.

“Senza speranza, non importa quanto cibo in scatola hai. Pertanto, si devono trovare modi per mantenere la speranza. Quindi, se pensi che le persone dovrebbero restare a casa per un certo numero di settimane, ciò pone una serie di sfide su come mantenere alto l’umore e su come e cosa fare”, dice Lars Wilderäng.

Lena ha vissuto il crollo dell’Unione Sovietica

L’interesse di Lena Wilderäng per la preparazione alle catastrofi stava già crescendo dall’infanzia. Fino all’età di 13 anni l’Unione Sovietica prima e la Russia poi sono state la sua casa. Lì ha imparato a perfezionare la gestione dei beni, a curare sé stessa e non dare nulla per scontato.

“Dopo tutto – racconta – ho vissuto l’intero disastro sociale di un paese scomparso, l’Unione Sovietica, e a un certo punto nulla ha funzionato più. Il denaro non valeva nulla, non c’erano beni. C’era un sacco di violenza e un sistema di giustizia in tilt”.

In mare su una piccola barca o chiusi in casa

Ma è stato quando Lena Wilderäng ha iniziato con avventure estreme che ha realizzato l’importanza delle conoscenze pratiche.

“Ho navigato in tutto il mondo su una piccola barca senza frigo o congelatore o doccia e solo una cosa come una vela che dura un mese. Devi avere conoscenze molteplici per sistemare tutto a bordo, dall’elettricità alle acque reflue e devi essere in grado di cucinare ciò che peschi tu stesso o proteggere le labbra dalla secchezza da salsedine.”

“È un peccato che serva una crisi per iniziare con la preparazione personale, ma la parte positiva di tutto ciò è che le persone apprendono velocemente” continua Lena Wilderäng.

In effetti l’esperienza “state a casa” che stiamo vivendo mette in luce quanto la maggioranza degli esseri umani poco sappia su come fare a sopravvivere con i propri mezzi e le proprie conoscenze, abituati come siamo nella società contemporanea alla interdipendenza anche per le cose pratiche.

Questa esperienza può diventare uno stimolo utile per diventare un po’ prepper.

Leggi anche:
Perché l’approccio svedese al coronavirus è così diverso dagli altri
Lettera dalla Svezia

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Potrebbe interessarti anche

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy