I bambini si mobilitano per il migrante-prof

“Taiwo è il nostro regalo, non cacciatelo via”, i bambini si mobilitano per il migrante-prof

Lui non ha più nessuno, ha solo noi

“Taiwo è un regalo, non potete mandarlo via”. I bambini della scuola elementare di Serravalle d’Asti, in Piemonte, hanno le idee molto chiare sul 29enne nigeriano che li aiuta durante la lezione d’inglese e non solo.

Per loro Taiwo è un amico, un regalo, e non sono disposti a lasciare che venga mandato via dall’Italia, come ha stabilito la Commissione per il riconoscimento della protezione internazionale della Prefettura di Torino, che ha rigettato la sua domanda di protezione umanitaria.

Ormai fa parte della nostra famiglia, non possono cacciarlo via”, dice Davide, 8 anni. “Lui non ha più nessuno, ha solo noi”, aggiunge Pietro, 6 anni. “La Costituzione dice che bisogna accoglierlo e proteggerlo”, spiega Nicolò, 8 anni.

Continua a leggere su TPI.IT

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!