Tampon tax, Iva al 5% solo per gli assorbenti biodegradabili (ma introvabili)

Arriva anche in Italia il taglio dell’Iva per gli assorbenti, ma solo per quelli biodegradabili, gli altri vengono tassati quanto sigarette e automobili

Per gli assorbenti bio, ovvero per quelli compostabili o lavabili, l’Iva si abbassa dal 22 al 5% secondo quanto appena approvato dalla commissione finanze della Camera. Se da un lato la misura vorrebbe incentivare l’acquisto dei tamponi ecofriendly, dall’altra questa categoria di assorbenti è molto meno diffusa, e naturalmente più costosa di tutte le altre, per le quali la tassa sui consumi resta al valore standard del 22%. L’ipotesi di abbassarla era stata bocciata per l’impatto ambientale di questi prodotti, evidentemente ritenuto inferiore dal nostro Parlamento a quello delle lamette usa e getta tassate al 4% esattamente come i beni di primaria importanza.

Da notare che l’Iva al 5% è più alta della tassa sui parcheggi o sul tartufo fresco, mentre quella al 22% per tutti gli altri assorbenti non inquadrati come bio, ma che rimangono un bene di prima necessità in media per 30 anni di vita di ogni donna, vengono tassati tanto quanto sigarettebenzina o automobili.

L’auspicio è quindi quello di favorire una conversione degli acquisti verso assorbenti biodegradabili, come quelli della Bottega della luna realizzati in cotone biologico o in alternativa le coppette mestruali riutilizzabili, come quelle di OrganiCup.

Al contrario dell’Italia, la Germania sta varando per il 2020 la stessa tipologia di taglio sull’Iva dal 19 al 7% senza tuttavia distinguere tra tipologia di prodotto, misura tra l’altro già in vigore in altri paesi europei come CiproRegno Unito e Francia. Unico esempio virtuoso europeo è l’Irlanda, che non applica tasse ai tamponi.

Leggi anche:
Tampon tax bocciata. No alla riduzione dell’Iva sugli assorbenti
Tampon tax, riammesso emendamento su tamponi e assorbenti

Foto di PatriciaMoraleda da Pixabay

Caterina Conserva

Caterina Conserva

Giornalista con la passione per l'ecologia, i libri e le lunghe camminate in giro per il mondo

Caterina Conserva

Caterina Conserva

Giornalista con la passione per l'ecologia, i libri e le lunghe camminate in giro per il mondo