Tampon tax, riammesso emendamento su tamponi e assorbenti

La proposta, giudicata ieri inammissibile, potrà nuovamente essere discussa

L’emendamento al decreto legge fiscale che prevede l’applicazione dell’Iva ridotta al 10% invece di quella al 22% su assorbenti, tamponi e coppette mestruali è tornato in discussione. La proposta, giudicata ieri inammissibile dalla Commissione Finanze della Camera dove il decreto è in esame, oggi è stata riammessa e potrà quindi nuovamente essere discussa.

Ecco il testo dell’emendamento, la cui prima firmataria è l’ex Presidente della Camera Laura Boldrini: «Ai prodotti sanitari e igienici femminili, quali tamponi interni, assorbenti igienici esterni, coppe e spugne mestruali, si applica l’aliquota del 10 per cento dell’imposta sul valore aggiunto (Iva) ai sensi di quanto disposto dal secondo comma dell’articolo 16 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633».

Leggi anche: Tampon tax bocciata. No alla riduzione dell’Iva sugli assorbenti

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green