Telefono azzurro: al via raccolta fondi per potenziare il Centro nazionale ascolto

Sms e chiamate al 45592 per aiutare la onlus in prima linea da 30 anni a fianco dei bambini vittime di violenza. L’iniziativa sarà attiva dal 10 al 23 febbraio

Una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi mirata a potenziare il Centro nazionale di ascolto del Telefono Azzurro, onlus che in oltre 30 anni di attività ha dato ascolto a quasi 75 mila bambini e adolescenti attraverso la linea telefonica gratuita 1.96.96, attiva 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno, e gestito oltre 20 mila casi attraverso il numero 114 dedicato alle emergenze.

Per sostenere il progetto e aiutare Telefono Azzurro a potenziare il servizio di ascolto e gestione delle richieste di aiuto di bambini e adolescenti, dal 10 al 23 febbraio sarà possibile donare, attraverso un sms o una chiamata da rete fissa al 45592, la cifra di due, cinque o dieci euro.

Il vero ascolto

Il nuovo progetto di Telefono Azzurro si chiama “Il vero ascolto” e ha l’obiettivo di aiutare i bambini e gli adolescenti vittime di abusi e violenze intercettando le loro richieste di aiuto non solo telefonicamente, ma anche attraverso nuovi canali tecnologici, come la chat, per offrire alle nuove generazioni risposte con strumenti al passo coi tempi.

Cyberbullismo in aumento

In occasione della campagna solidale “Il vero ascolto”, Telefono Azzurro ha analizzato i casi gestiti nel corso del 2018 e scattato una fotografia del cambiamento delle motivazioni per cui i giovani chiedono aiuto, rilevando un aumento di richieste per cyberbullismo. Se la maggior parte delle segnalazioni che arriva al telefono Azzurro riguarda casi di abuso e violenza – nel 2018 sono stati gestiti 2794 casi attraverso la linea telefonica 1.96.96 e 1416 casi attraverso la linea per le emergenze 114 – la onlus ha messo in evidenza che negli ultimi anni stanno emergendo in maniera sempre più insistente problematiche legate al mondo di internet: l’anno scorso attraverso l’1.96.96 sono stati seguiti oltre 250 casi di richieste d’aiuto relative a comportamenti lesivi attuati tramite il web, che hanno visto coinvolte principalmente pre-adolescenti e adolescenti di sesso femminile.

Linea dedicata anche agli adulti e ai bambini scomparsi

In oltre 30 anni di attività Telefono Azzurro attraverso la linea gratuita 1.96.96 ha dato ascolto a quasi 75mila bambini e adolescenti e gestito oltre 20mila casi attraverso il numero 114, dedicato alle emergenze. Telefono Azzurro nasce nel giugno del 1987 a Bologna per dare un punto di ascolto e di accesso alle richieste di aiuto dei bambini. Nel 1990 viene attivata la prima linea telefonica gratuita per i bambini fino ai 14 anni, l’1.96.96, oggi aperta anche agli adulti e attiva su tutto il territorio nazionale 24 ore su 24, 365 giorni all’anno. Nel febbraio 2003 a Telefono Azzurro è affidata la gestione per la fase sperimentale del Servizio Emergenza Infanzia 114, frutto dell’accordo tra i ministeri di Comunicazioni, Pari Opportunità e Lavoro e Politiche Sociali. In seguito alla firma di un protocollo di intesa con il ministero dell’Interno, dal maggio 2009 Telefono Azzurro gestisce il numero 116.000, linea diretta per i bambini scomparsi.

Commenta con Facebook
Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

commenta

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.