fbpx

Troppi satelliti in cielo, gli astronomi lanciano l’allarme

A rischio attività scientifica

Fino a quest’anno, si legge in un comunicato dell’IAU, il numero dei satelliti in orbita bassa era inferiore ai 200 ma ora sta crescendo rapidamente, con progetti che mirano a lanciare decine di migliaia di dispositivi entro i prossimi anni

L’Unione Astronomica Internazionale (IAU) esprime preoccupazione per la crescente quantità di satelliti che orbitano attorno alla Terra, nella cosiddetta orbita bassa. Fino a quest’anno, si legge in un comunicato, il numero di questi satelliti era inferiore ai 200 ma ora sta crescendo rapidamente, con progetti che mirano a lanciare decine di migliaia di dispositivi orbitanti entro i prossimi pochi anni. L’organizzazione, che a tal proposito menziona in un Tweet molti dei soggetti coinvolti in progetti spaziali tra cui Iridium, Amazon, Facebook, Oneweb, Globalstar e Elon Musk con il suo progetto Starlink, sostiene il principio generale secondo cui un cielo “buio e silenzioso”, libero cioè da inquinamento luminoso ed elettromagnetico, non solo è fondamentale per lo studio e la comprensione dell’Universo, ma rappresenta anche una risorsa per l’umanità e per la protezione delle specie animali notturne.  

CONTINUA SU RAINEWS.IT

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!