Troppi satelliti in cielo, gli astronomi lanciano l’allarme

A rischio attività scientifica

Fino a quest’anno, si legge in un comunicato dell’IAU, il numero dei satelliti in orbita bassa era inferiore ai 200 ma ora sta crescendo rapidamente, con progetti che mirano a lanciare decine di migliaia di dispositivi entro i prossimi anni

L’Unione Astronomica Internazionale (IAU) esprime preoccupazione per la crescente quantità di satelliti che orbitano attorno alla Terra, nella cosiddetta orbita bassa. Fino a quest’anno, si legge in un comunicato, il numero di questi satelliti era inferiore ai 200 ma ora sta crescendo rapidamente, con progetti che mirano a lanciare decine di migliaia di dispositivi orbitanti entro i prossimi pochi anni. L’organizzazione, che a tal proposito menziona in un Tweet molti dei soggetti coinvolti in progetti spaziali tra cui Iridium, Amazon, Facebook, Oneweb, Globalstar e Elon Musk con il suo progetto Starlink, sostiene il principio generale secondo cui un cielo “buio e silenzioso”, libero cioè da inquinamento luminoso ed elettromagnetico, non solo è fondamentale per lo studio e la comprensione dell’Universo, ma rappresenta anche una risorsa per l’umanità e per la protezione delle specie animali notturne.  

CONTINUA SU RAINEWS.IT

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Redazione centrale: Gabriella Canova, Simone Canova caporedattore centrale, Miriam Cesta settore Persona, Maria Cristina Dalbosco settore Società, Michela Dell’Amico settore Green