Trump conferma il suo interesse verso la Groenlandia

Trump conferma il suo interesse verso la Groenlandia

Ma l’isola non è (ancora) in vendita

Secondo un’indiscrezione pubblicata dal Wall Street Journal, Donald Trump vorrebbe comprare la Groenlandia dalla Danimarca. Tra chi afferma che sia il regalo di Natale per la moglie Melania a chi invece ipotizza che il presidente americano abbia come obiettivo a Risiko la conquista del Nord America e dell’Oceania, ecco come gli utenti su Twitter hanno ironicamente reagito alla notizia

Fonte: La Repubblica

Dalla stampa nazionale:

La Groenlandia finirà come l’Alaska? L’amministrazione americana continua a mostrare interesse a un eventuale acquisto dell’Isola autonoma della Danimarca. Eppure dopo le prese di posizione della premier danese Mette Frederiksen: “Conversazione assurda” e del primo ministro della Groenlandia, Kim Kielsen: “La Groenlandia non è in vendita“, Trump pubblica un tweet, poco serio, con un fotomontaggio. “Prometto di non realizzarla”, con riferimento alla Trump Tower.

Che Usa e Groenlandia abbiano una buona collaborazione è risaputo. Nonostante le frasi shock sull’eventuale acquisto della grande isola da parte degli Usa, l’amministrazione autonoma della Groenlandia aveva risposto in maniera serena: “Abbiamo una buona cooperazione con gli Usa e consideriamo il paese come espressione di grande interesse per gli investimenti nel nostro paese. Ma ovviamente la Groenlandia non è in vendita”. Mire immobiliari che avevano irritato la giovane Ministro di Stato della Danimarca Mette Frederiksen che, appurati i reali interessi del tycoon, ha deciso di recarsi nell’isola artica per lanciare un chiaro monito al presidente americano. Al fianco del primo ministro della Groenlandia, Kim Kielsen, Mette ha visitato il Comando Artico congiunto di Nuuk e definito gli Stati Uniti come stretti alleati pur precisando che: “Nessuno deve decidere per noi, dobbiamo essere rispettati e i nostri interessi devono essere prima di tutto“. Un messaggio chiaro, che sembra aver raggiunto Trump. La risposta del presidente è con un tweet tra il serio e il faceto.

Continua a leggere (Fonte: Donald Trump e il giuramento via tweet: “Prometto di non costruirla (la Trump Tower) in Groenlandia– RAINEWS.IT)

Trump ha confermato di voler comprare la Groenlandia. Ha detto che sarebbe «un grande affare immobiliare», ma ha aggiunto che al momento non è una priorità degli Stati Uniti (…)

Trump per motivare la sua idea ha aggiunto che la Groenlandia sta pesando molto negativamente sull’economia della Danimarca. «Sarebbe un grande affare immobiliare. Ci si possono fare molte cose. La Danimarca sta perdendo quasi 700 milioni di dollari all’anno per sostenerla. […] Strategicamente per gli Stati Uniti sarebbe molto bello, siamo un grande alleato della Danimarca, proteggiamo la Danimarca e aiutiamo la Danimarca e lo faremo». Trump ha anche detto che a settembre visiterà la Danimarca nel corso di un viaggio istituzionale in Europa, ma che non lo farà per discutere dell’acquisto della Groenlandia.

(…) Secondo le fonti sentite dal Wall Street Journal, per Trump un’acquisizione della Groenlandia sarebbe una specie di eredità da lasciare al paese, un po’ come l’inclusione dell’Alaska portata a termine da Dwight Eisenhower nel 1959. L’idea era stata accolta con un misto di attesa e preoccupazione nello staff di Trump, secondo il Wall Street Journal, perché non si è capito quanto in là voglia spingersi davvero Trump con questo progetto.

Non sarebbe la prima volta che gli Stati Uniti provano a comprare l’isola: era già stata presentata un’offerta da 100 milioni di dollari nel 1946, e un’altra volta c’era stato un tentativo nel 1867. In quelle occasioni, la Danimarca aveva rifiutato di vendere, e non ci sono indicazioni che l’orientamento del paese sia cambiato. Continua a leggere (Fonte: Trump ha confermato di voler comprare la Groenlandia – ILPOST.IT)

Claudia Faverio

Claudia Faverio

Appassionata di ambiente e dei diritti umani da sempre. Fa parte della redazione dove segue l'attualità quotidiana e il meglio del web. Si occupa anche dei rapporti con siti, blog, enti e imprese per la comunicazione di e su People For Planet.

Claudia Faverio

Claudia Faverio

Appassionata di ambiente e dei diritti umani da sempre. Fa parte della redazione dove segue l'attualità quotidiana e il meglio del web. Si occupa anche dei rapporti con siti, blog, enti e imprese per la comunicazione di e su People For Planet.